Lido ritrova la sua “Gutta”, boa di ormeggio a metà Ottocento (VIDEO)

Il segretario cittadino del Partito Democratico, Fabio Celia: "Piccole cose che fanno la differenza"

di Danilo Colacino – Lido ritrova la sua “Gutta“. Una boa, realizzata nelle fonderie di Liverpool, utile per l’attracco delle imbarcazioni fino a 600 tonnellate, posizionata nell’ormai lontanissimo 1866 a 120 metri dalla riva della costa catanzarese. Che, malgrado fosse ancorata sul fondale da 30 quintali di materiale collegati con una corda di 167 metri di lunghezza, nel 1962 è stata strappata via dalla sede originaria – per così definirla – dalla furia delle acque dello Ionio. Una forza spaventosa, generata da onde impetuose, che l’hanno trascinata alla deriva, fino addirittura a Casciolino, sebbene l’ingentissimo peso e la ragguardevole stazza dell’opera stessa. Individuata alcuni decenni dopo a inizio anni Novanta, a metà di quel decennio è stata recuperata grazie all’intervento del Genio militare e collocata sul lungomare. In modo da impreziosire, alla stregua di un antico cimelio, il piccolo giardinetto situato nei pressi del porto.

La Gutta domina infatti l’area verde denominata Piero Ciampi e adesso è stata addirittura restaurata in virtù dell’attivismo della ditta edile di Giuseppe Brugellis e della successiva donazione della famiglia Squillace in memoria di Anna Assunta Tarantino. Stamani, quindi, l’inaugurazione alla presenza, fra gli altri, del sindaco Nicola Fiorita, della vice e delegata di Giunta alle Politiche del Mare Giusi Iemma, del capogruppo del Pd a Palazzo De Nobili Fabio Celia, della consigliera comunale Democrat Igea Caviano e dello “storico” del quartiere marinaro Enzo Tarzia.

La Gutta domina infatti l’area verde denominata Piero Ciampi e adesso è stata addirittura restaurata in virtù dell’attivismo della ditta edile di Giuseppe Brugellis e della successiva donazione della famiglia Squillace in memoria di Anna Assunta Tarantino. Stamani, quindi, l’inaugurazione alla presenza, fra gli altri, del sindaco Nicola Fiorita, della vice e delegata di Giunta alle Politiche del Mare Giusi Iemma, del capogruppo del Pd a Palazzo De Nobili Fabio Celia, della consigliera comunale Democrat Igea Caviano e dello “storico” del quartiere marinaro Enzo Tarzia.

“Piccole cose che fanno la differenza”

A proposito dell’iniziativa, Celia ha parlato di “piccole cose che fanno la differenza”. Mentre Iemma ha messo in risalto la costante e massima “attenzione rivolta dall’amministrazione municipale nei confronti di Lido e dell’area Sud di Catanzaro, al pari peraltro di tutte le zone”. Concetto ripreso in ultimo da Fiorita, aggiungendo: “Ci giochiamo una carta importante per rilanciare il nostro capoluogo con i prossimi cinque anni di lavoro. Ma lo faremo non soltanto attraverso i grandi progetti, bensì curando anche gli aspetti un po’ più marginali ma che ineriscono alla vita quotidiana delle persone”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si giocherà stasera il primo turno dei playoff. Gara secca e senza ulteriori appelli. Alle Aquile basta un pari per la semifinale
Migliaia di persone in piazza con l'obiettivo è di bloccare il progetto fortemente sponsorizzato dalla Lega e dal governo di centrodestra
Mamma di una bambina, racconta di essere stata licenziata nel 2022 per "riduzione del personale". Il tribunale le ha dato ragione, ma i soldi non sono ancora arrivati
I consiglieri comunali d Giuseppe Dell'Aquila e Antonio Pace chiedono al sindaco Sergio Ferrari di precisare aspetti fondamentali
Il sindaco Pellegrino: "Un atto gravissimo che colpisce un professionista e un amministratore integerrimo"
Inutili i soccorsi dell’equipe sanitaria, intervenuta con l'elisoccorso. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Il cane è stato sequestrato
"Non ha trovato la forza né il coraggio di spiegare che produrrà un divario enorme tra Nord e Sud, a livello economico, di servizi e diritti"
Presente anche una folta delegazione di abitanti di Punta Faro in Sicilia e Cannitello a Villa San Giovanni, le aree che saranno espropriate
Progetto “Squadra Mobile”. Operazione di contrasto al fenomeno dell’illecito stoccaggio e smaltimento di rifiuti
l'inviato
L’ex sito industriale sepolto dalle erbacce e a rischio igienico- sanitario. Promessi mega progetti per rilanciare l’area diventata simbolo della decadenza del territorio
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved