Calabria7

L’inventiva ai tempi del Covid. In un’estate: da discoteca a ristorante

Cristò

È nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. È nella crisi che il meglio di ognuno di noi affiora. Partendo da una delle massime di Albert Einstein non possiamo che raccontare positivamente la trasformazione dell’Arcadie Club. Da discoteca simbolo di tendenza nell’Alto Tirreno Cosentino a ristorante.

Perché il Covid è anche questo. Un banco di prova – ben più duro di altri del recente passato – in cui emergono inventiva e strategia. Il tutto per continuare a vivere e non solo sopravvivere. E così, nel pieno della stagione delle vacanze, a causa della chiusura dei locali da ballo, è nato il ristorante Cristò Riviera dei Cedri. “Abbiamo tirato fuori uno spazio all’interno del locale – racconta Gino Liguori gestore dell’Arcadie e patron del nuovo nato – e abbiamo deciso di portare una nuova idea che si potesse adattare al periodo di emergenza. Ristorazione e show, ristorazione e live, con musica dal vivo, con grandi personaggi”. Assieme a Liguori ci sono Giancarlo Flagiello, direttore del Cristò Riviera dei Cedri; Andrea Piantoni, direttore artistico e Francesco Patitucci, responsabile delle pubbliche relazioni. Il gruppo è entusiasta delle nuove idee.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus in Calabria, boom di contagi (+42) e c’è anche un morto

Giovanni Bevacqua

Abramo Customer Care, fondo investimenti estero pronto ad acquistare l’azienda

Giovanni Bevacqua

Intimidazione a carabiniere Cetraro, Irto: “Situazione allarmante che non può e non deve passare inosservata”

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content