Liste d’attesa, la sanità in Calabria secondo Occhiuto: “Abbiamo anticipato strategia governo”

Per il governatore della Calabria il decreto legge approvato ieri conferma la bontà del suo lavoro: "Cup unico e visite nel week end già da parecchie settimane"
giorno del ricordo

“Finalmente si ha il coraggio di prendere di petto questo argomento e di cercare rimedi per superarlo”. Così Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, Commissario regionale del governo per la sanità e vice segretario nazionale di Forza Italia, interpellato telefonicamente dall’ANSA. “Il decreto legge approvato ieri – ha aggiunto Occhiuto – conferma la bontà del lavoro che in Calabria abbiamo intrapreso già da mesi per tentare di garantire ai cittadini il diritto di usufruire in tempi certi e normali delle visite specialistiche”.

“Nella nostra regione – sottolinea – abbiamo già lanciato nello scorso mese di agosto il Centro unico di prenotazione regionale, anche online e su App, e già da parecchie settimane le nostre Aziende sanitarie provinciali e le nostre Aziende ospedaliere aprono i loro presidi sanitari e ospedalieri il sabato e la domenica con l’obiettivo di smaltire il più velocemente possibile le liste d’attesa. Azioni che il governo caldeggia e incentiva e che la Calabria ha in qualche modo anticipato. Così come abbiamo già previsto, altro punto sul quale è intervenuto l’esecutivo, il coinvolgimento dei privati accreditati affinché inseriscano nel Cup regionale le loro agende, con le rispettive disponibilità per le visite specialistiche”.

“Nella nostra regione – sottolinea – abbiamo già lanciato nello scorso mese di agosto il Centro unico di prenotazione regionale, anche online e su App, e già da parecchie settimane le nostre Aziende sanitarie provinciali e le nostre Aziende ospedaliere aprono i loro presidi sanitari e ospedalieri il sabato e la domenica con l’obiettivo di smaltire il più velocemente possibile le liste d’attesa. Azioni che il governo caldeggia e incentiva e che la Calabria ha in qualche modo anticipato. Così come abbiamo già previsto, altro punto sul quale è intervenuto l’esecutivo, il coinvolgimento dei privati accreditati affinché inseriscano nel Cup regionale le loro agende, con le rispettive disponibilità per le visite specialistiche”.

“È chiaro che il lavoro da fare per smaltire le liste d’attesa – ha concluso il presidente Occhiuto – è appena iniziato, tanto nella nostra regione quanto a livello nazionale. Ma finalmente, dopo anni di immobilismo, abbiamo un governo nazionale che prova a costruire una strategia per risolvere un problema che ha radici decennali. Fanno sorridere, comunque, le polemiche delle opposizioni che in tanti anni a Palazzo Chigi non hanno mai affrontato questo spinoso tema e che adesso contrappongono ai primi fatti solo chiacchiere inutili e polemiche sterili”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved