Calabria7

Lite in famiglia, uccide lo zio e si consegna ai carabinieri

Un uomo di 54 anni, Angelo Presta, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco a Paterno Calabro dal nipote, Salvatore Presta, di 35, che si é poi costituito ai carabinieri.

L’omicidio, secondo una prima ricostruzione, sarebbe avvenuto al culmine di una lite tra zio e nipote in località “Pugliano”, in una zona di campagna.

Salvatore Presta, per uccidere lo zio, ha utilizzato una pistola. La morte del 54enne é stata istantanea. L’omicida si trova adesso nella stazione di Dipignano dei carabinieri e viene interrogato dal magistrato di turno della Procura della Repubblica di Cosenza.

I rapporti tra l’omicida e la vittima, secondo quanto si é appreso, erano da tempo tesi per questioni che gli investigatori stanno adesso approfondendo.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Il Cosenza resiste in dieci al Pordenone e colleziona l’ennesimo pari

Antonio Battaglia

Tenta di rapire una bambina da un passeggino, docente arrestato

Mimmo Famularo

Sicurezza, acquascooter senza assicurazione sequestrato nel Crotonese

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content