Lite tra ambulanti alla festa patronale di Cirò Marina: si sfiora la tragedia. Un arresto per tentato omicidio

La pronta reazione della Polizia Locale ha scongiurato il peggio. All'esito dell'udienza di convalida il 18 è tornato in libertà
lido vibo

La Polizia Locale di Cirò Marina ha arrestato un diciottenne con l’accusa tentato omicidio aggravato, ma rimesso in libertà al termine dell’udienza di convalida. Secondo la ricostruzione dei fatti durante la tradizionale fiera che si tiene nei giorni della festa del Santo Patrono, San Cataldo, una lite tra commercianti ambulanti è degenerata fino a sfociare in un arresto, per un posteggio.

Nel pomeriggio di ieri, una delle pattuglie predisposte al controllo delle aree più affollate, notava diverse persone litigare nella centralissima via Roma. Gli agenti hanno quindi deciso di intervenire, ma in pochi minuti la situazione ha iniziato a surriscaldarsi fino alla richiesta in supporto di altri uomini della Polizia Locale. Il dispositivo, messo in atto dal Dirigente Anania per questi giorni di festa, ha permesso che nel giro di pochissimo tempo fossero sul posto dieci unità. Nonostante il numero di agenti, i facinorosi hanno continuato a strattonarsi ed a lanciarsi oggetti di vario tipo. Durante questi attimi concitati, un diciottenne incensurato, appartenente ad una delle famiglie coinvolte nella lite, con un cacciavite di medie dimensioni, tentava di colpire uno dei contrapposti. La pronta reazione degli operatori della Polizia Locale ha scongiurato il peggio, infatti l’aggressore, bloccato mentre tentava di sferrare un primo fendente, è stato subito disarmato e condotto negli uffici del comando della Polizia locale con l’accusa di tentato omicidio aggravato. Nei momenti successivi, la preziosa collaborazione tra Carabinieri e Polizia Locale, ha permesso di avere sul luogo della lite ulteriori operatori inviati dalla Centrale Operativa di Cirò Marina. ll giovane, difeso dall’Avvocato Mariano Salerno, al termine dell’udienza preliminare è stato rimesso in libertà.

Nel pomeriggio di ieri, una delle pattuglie predisposte al controllo delle aree più affollate, notava diverse persone litigare nella centralissima via Roma. Gli agenti hanno quindi deciso di intervenire, ma in pochi minuti la situazione ha iniziato a surriscaldarsi fino alla richiesta in supporto di altri uomini della Polizia Locale. Il dispositivo, messo in atto dal Dirigente Anania per questi giorni di festa, ha permesso che nel giro di pochissimo tempo fossero sul posto dieci unità. Nonostante il numero di agenti, i facinorosi hanno continuato a strattonarsi ed a lanciarsi oggetti di vario tipo. Durante questi attimi concitati, un diciottenne incensurato, appartenente ad una delle famiglie coinvolte nella lite, con un cacciavite di medie dimensioni, tentava di colpire uno dei contrapposti. La pronta reazione degli operatori della Polizia Locale ha scongiurato il peggio, infatti l’aggressore, bloccato mentre tentava di sferrare un primo fendente, è stato subito disarmato e condotto negli uffici del comando della Polizia locale con l’accusa di tentato omicidio aggravato. Nei momenti successivi, la preziosa collaborazione tra Carabinieri e Polizia Locale, ha permesso di avere sul luogo della lite ulteriori operatori inviati dalla Centrale Operativa di Cirò Marina. ll giovane, difeso dall’Avvocato Mariano Salerno, al termine dell’udienza preliminare è stato rimesso in libertà.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved