Calabria7

Lo show della campagna elettorale cosentina, otto candidati e una poltrona

di Maria Teresa Improta – Otto candidati in corsa per la scalata a Palazzo dei Bruzi. La campagna elettorale ai tempi del Covid non scoraggia gli aspiranti alla carica di sindaco della città di Cosenza.

Valerio Formisani

Il medico attivista dei diritti civili e promotore della sanità dal basso Valerio Formisani è uscito allo scoperto con un partecipato incontro nel cuore del centro storico, piazza Parrasio. Cosenza Vecchia è considerata la roccaforte di Cosenza in Comune, grazie agli ambulatori popolari allestiti da oltre 10 anni da Formisani tra i vicoli della città antica per fornire farmaci e assistenza medica agli invisibili che non riescono ad accedere al servizio sanitario nazionale. Tra le iniziative più bizzarre di queste settimane c’è lo Stupor Mundi (dal noto Federico II di Svevia), reading satirico sull’amministrazione Occhiuto e i suoi cantori, andato in scena nello spazio antistante a un edificio di Cosenza Vecchia in buona parte crollato, simbolo di degrado e abbandono.

Franz Caruso

Il candidato sindaco Franz Caruso sostenuto da Pd, Psi e da una lista civica (Franz Caruso sindaco) ha presentato domenica 12 settembre le proprie liste in piazza 11 settembre. Nei giorni successivi ha inaugurato quello che il suo staff ha inteso chiamare il “Tour de Franz dalle periferie a Cosenza 2050”. Un itinerario che ha visto l’aspirante sindaco del centrosinistra in bicicletta su via Misasi, ex via Roma, arteria cittadina perennemente congestionata dal traffico, prima tappa del percorso. Attraverserà i quartieri, divisi per distretti ideali (cultura, salute, servizi e sport), seguendo un preciso sentiero già calendarizzato: via Roma, via Popilia, Borgo Partenope/Sant’Ippolito/Donnici, Cosenza Vecchia, Rivocati/Riforma, Via degli Stadi/San Vito/Serra Spiga, viale degli Alimenta/viale della Repubblica, via Panebianco/via Padre Giglio per poi concludere con il “traguardo” in Piazza Scura.

Francesco Civitelli

Il candidato che viene dal popolo, così come ama definirsi Francesco Civitelli, afferma di ispirarsi alle idee di Giacomo Mancini. Ha presentato le cinque liste che lo sostengono (Civitelli Sindaco, Su La Testa Cosenza con Civitelli Sindaco, Un Fiore X Cosenza – Civitelli Sindaco, Giovani con Civitelli Sindaco, Costruiamo il futuro – Civitelli Sindaco) il 14 settembre nella sede della coalizione allestita in viale della Repubblica. Il suo tour prosegue nei quartieri alla ricerca di consensi tra i residenti dei quali sta raccogliendo il malcontento. Nella giornata di domenica 19 settembre ha denunciato pubblicamente come il manto stradale della centralissima piazza Bilotti stia sprofondando, attaccando in maniera non troppo velata il competitor Francesco Caruso, attuale vicesindaco di Cosenza invitando i cittadini a “non votare chi ha ridotto la città in queste condizioni”.

Fabio Gallo

Il movimento Noi ha presentato ufficialmente i candidati a sostegno dell’aspirante sindaco Fabio Gallo sabato 18 settembre all’Hotel Royal in una sala gremita di simpatizzanti elettori dell’antropologo ex coreagrafo Rai. L’incontro è stato preceduto e seguito da diverse uscite in luoghi simbolo della città (piazza XV marzo, centro storico, piazza Santa Teresa, via Popilia) denunciando la malagestione della cosa pubblica e proponendo le soluzioni attuabili. Ironico e pungente il dialogo con la scultura della Sibilla di Pericle Fazzini che piange per la città di Cosenza. Durante volantinaggi e banchetti, nella giornata di domenica 20 settembre gli attivisti sono riusciti a far ritrovare i propri genitori a un bambino che si era perso nella folla a corso Mazzini.

Bianca Rende

L’unica donna candidata alla carica di sindaco di Cosenza, Bianca Rende, sostenuta dal Movimento 5 Stelle, da Tesoro Calabria di Carlo Tansi e da una lista civica (Bianca Rende sindaco) ha ufficialmente aperto la campagna elettorale l’11 settembre. Tra gli incontri con i cittadini che ha tenuto in queste settimane, spiccano l’assemblea sull’emergenza abitativa in piazza Riforma, la visita ai sindacati, l’uscita pubblica in via delle Medaglie d’Oro e un momento di ascolto dei residenti di via Popilia. Oggi, lunedì 20 settembre, l’europarlamentare grillina Laura Ferrara e il sottosegretario di Stato del ministero per i beni e le attività culturali Anna Laura Orrico saranno in città per incontrare i cittadini e presentare i candidati scesi in campo a supporto di Bianca Rende.

Francesco Caruso

Il vicesindaco di Cosenza Francesco Caruso, considerato il delfino dei fratelli Occhiuto, con oltre 250 candidati spalmati su otto liste (Lega, Fratelli d’Italia, Unione di Centro, Forza Cosenza, Coraggio Cosenza, Visione Continuità, La Cosenza che Vuoi e Bella Cosenza) è di fatto onnipresente. La sua presentazione ufficiale delle liste, per ora, non è ancora avvenuta. Sta incontrando le associazioni di categoria, Confagricoltura, Confindustria, Ordine dei Ingegneri, il Cna per confrontarsi su come ottimizzare la gestione della cosa pubblica e attivare future collaborazioni. Ieri i suoi giovani simpatizzanti ha lanciato l’iniziativa “la tua idea di città” raccogliendo in una teca le richieste dei cittadini alle quali l’aspirante sindaco si ispirerà per venire incontro alle esigenze della cittadinanza. Accusato di non essere presente nei quartieri popolari, in realtà in sordina, senza sbandierarlo sulle pagine social, nei giorni scorsi ha incontrato i residenti di via Popilia, via degli Stadi e nelle prossime ore sarà nel centro storico.

Francesco Pichierri

Il candidato sindaco Francesco Pichierri, presenterà ufficialmente mercoledì 22 alle 15:00 al Chiostro di San Domenico le liste a suo sostegno ( Democrazia Cristiana e Noi con l’Italia) alla presenza di Maurizio Lupi, ex ministro delle Infrastrutture e presidente di Noi con l’Italia. Domenica 26 settembre invece terrà un convegno al Salone degli Specchi della Provincia di Cosenza insieme a Maria Fida Moro, figlia del compianto Aldo Moro. Nel frattempo ha tenuto una serie di incontri pubblici durante i quali ha illustrato il programma politico della coalizione e le idee per rilanciare la città di Cosenza. La sua corsa all’insegna del fair play lo vede impegnato nel dialogare con i cittadini sulle proposte senza demonizzare ciò che sono state le amministrazioni precedenti.

Francesco De Cicco

Il più giovane dei candidati alla carica di sindaco di Cosenza, Francesco De Cicco, parte dai quartieri. Ha intenzione di battere a tappeto l’intera città incontrando i cittadini e raccogliendo le loro istanze. Con un gazebo itinerante da venerdì scorso fino alla fine della campagna elettorale sarà in strada tutti i giorni, dalle 8:00 alle 20:00. Sostenuto da sei liste (Cosenza Libera, Cosenza per il Sociale, Francesco De Cicco Sindaco, Popolo partite Iva, Sette colli e Si Amo Cosenza) e 192 aspiranti consiglieri, l’attuale assessore alla Manutenzione e Partecipazione del Comune di Cosenza è partito da piazza Kennedy per lanciare il suo fitto calendario che lo porterà a presidiare: via Scopelliti, piazza XI settembre, piazza paolo Cappello, Via degli Stadi, Serra Spiga, Viale della Repubblica, Casali, Largo Vergini, Via Fortunato La Camera, via Montevideo, piazza Zumbini, Sant’Ippolito. Il tour elettorale si chiuderà il 1 ottobre nel piazzale della parrocchia di Cristo Re.

Elezioni comunali a Cosenza, presentate 29 liste: tutti i candidati (NOMI)

Elezioni Cosenza: esercito di aspiranti consiglieri, i profili degli otto candidati

Elezioni a Cosenza: si scaldano i motori (sui social) nella corsa per la conquista di Palazzo dei Bruzi

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

COVID19, Villa Torano: la gioia del ritorno a casa (e il silenzio sui decessi)

nico de luca

Catanzaro, “Sui buoni spesa evitare fenomeno clientelare”

Matteo Brancati

Scarcerazione Giovanni Brusca, Ferro: “La notizia fa gelare il sangue”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content