Calabria7

L’ombra del racket dietro il furto di un furgone al Lido Jonio a Catanzaro, indaga la Polizia

Un ennesimo atto intimidatorio nei confronti dei gestori del Lido Jonio di Catanzaro, che tra ieri sera e stamattina hanno subito il furto di un furgone. Un mezzo prestato a Nello Grampone e Matilde Talotta dalla ditta Dispensing srl per consentire il trasporto di ombrelloni e lettini in spiaggia, un gesto di solidarietà per aiutarli nella ripartenza, dopo il periodo di stasi dovuto al Covid 19, “di cui si è servito la criminalità per attaccarci. Il messaggio che ci vogliono inviare – ha affermato Nello Grampone- è quello di andare via di qui, ma noi a questo attacco rispondiamo rimanendo. Non andremo via, non abbiamo paura e non ci stancheremo di lottare. Se ci rubano un furgone ne prenderemo 5”. Sul posto immediatamente sono arrivati gli uomini della Volante e la ditta Sea srls , che stanno visionando le immagini della videosorveglianza per risalire all’autore del vile gesto, su cui adombra il racket. (g. p.)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, mare sporco a Giovino: esclusi sversamenti da rete fognaria

Maria Teresa Improta

Presunte molestie al liceo di Castrolibero, in arrivo gli ispettori del Ministero

Alessandro De Padova

Inquinamento ambientale nel torrente “Cantagalli” a Lamezia, c’è un indagato

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content