Calabria7

L’ordine degli avvocati di Catanzaro ha istituito la Camera Arbitrale Distrettuale

È stata istituita presso l’Ordine distrettuale degli Avvocati di Catanzaro la Camera Arbitrale Distrettuale, che sarà attiva probabilmente entro il mese di settembre 2021. E’ la prima Camera arbitrale che un Ordine istituisce in Calabria. Il Consiglio Direttivo sarà composto dal presidente del Consiglio dell’Ordine e dal segretario consigliere Amalia Garzaniti, dal tesoriere consigliere avvocato Stefania Caiazza e dai consiglieri avvocati Vincenza Matacera,  Vincenzo Agosto, Luciano Giacobbe, Andrea Gareri e  Jole Le Pera. Essi dureranno in carica quattro anni e decadranno comunque in caso di perdita della carica di consigliere dell’Ordine.

Il consiglio

Il consiglio arbitrale si occuperà, tra l’altro, della comunicazione e dell’adozione delle iniziative volte alla pubblicizzazione, alla promozione ed allo sviluppo della funzione e formazione arbitrale. Mantiene e sviluppa, ove possibile ed opportuno, i rapporti con altri enti, istituzioni pubbliche e private con particolare riguardo agli Ordini e Collegi professionali, organismi nazionali ed internazionali che abbiano tra i loro scopi quello di attivare, in vari modi, la funzione arbitrale. Nello statuto è stato previsto che i membri della Camera arbitrale non possono essere nominati arbitri dal Consiglio Direttivo. Presso la Camera arbitrale saranno tenuti gli elenchi degli arbitri divisi per materie omogenee, così come stabilite dal consiglio dell’Ordine. Gli arbitri saranno nominati dalle parti o, in mancanza di designazione delle parti, saranno nominati dal Consiglio arbitrale, secondo il criterio della rotazione nell’ambito dei predetti elenchi, in ossequio al Regolamento. Ogni elenco sarà formato da Arbitri nominati dal consiglio dell’Ordine degli avvocati di Catanzaro, all’esito della relativa procedura di selezione secondo i criteri stabiliti dal Consiglio stesso, a domanda degli interessati, i quali dovranno possedere i seguenti requisiti:  essere iscritti all’albo degli avvocati di Catanzaro da almeno tre anni o di esserlo stato per almeno vent’anni, purché – in tale ultimo caso – dalla data di avvenuta cancellazione non siano trascorsi più di tre anni; non avere procedimenti disciplinari in corso e non avere subito sanzioni disciplinari definitive superiori all’avvertimento; non aver riportato condanne penali definitive per reati non colposi; essere in regola con il pagamento della quota d’iscrizione all’albo degli avvocati di Catanzaro; essere in regola con l’assolvimento dell’obbligo formativo; inoltre: aver svolto uno specifico corso di formazione organizzato e/o riconosciuto dall’ordine degli avvocati di Catanzaro ovvero aver svolto almeno cinque incarichi con funzione di componente di Collegio arbitrale o di Arbitro Unico. E’ stato previsto anche un Comitato scientifico, composto da cinque membri eletti dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catanzaro che designerà, tra loro, un Presidente con funzioni di coordinamento.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Torna la truffa della ‘busta verde’ che arriva a casa: cosa si rischia

Matteo Brancati

Regione, Greco presenta interrogazione su sanità

Matteo Brancati

“Mio figlio picchiato da maestra nel Catanzarese, condannata dalla Legge ma difesa da un prete”

Gabriella Passariello
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content