Lotta all’abusivismo idrico, chiusi due autolavaggi nel Reggino: denunciati i titolari

I titolari degli autolavaggi, secondo i carabinieri, non avevano effettuato nemmeno il censimento nel registro FIR per lo smaltimento dei rifiuti
abusivismo idrico

I militari della Stazione carabinieri di Gioia Tauro, durante l’esecuzione di un servizio mirato di controllo del territorio finalizzato alla verifica di abusi idrici e alla regolarità di alcune attività commerciali, hanno svolto dei controlli all’interno di due autolavaggi. I militari, durante i controlli hanno riscontrato in un caso che il contatore dell’acqua fosse fermo e non funzionante dal 2021.

Dopo aver regolarizzato l’utenza idrica con la disattivazione degli abusi, l’accertamento dei militari si è concentrato in modo più stringente sulle attività commerciali e sulle conseguenti autorizzazioni ambientali e comunali. In entrambi gli autolavaggi, è stata appurata l’assenza di SCIA e di AUA. La Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) è una dichiarazione che consente alle imprese di avviare, modificare o cessare un’attività produttiva, mentre l’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) è un provvedimento che garantisce gli adempimenti ambientali per le imprese a tutela delle risorse naturali e dell’ambiente.

Dopo aver regolarizzato l’utenza idrica con la disattivazione degli abusi, l’accertamento dei militari si è concentrato in modo più stringente sulle attività commerciali e sulle conseguenti autorizzazioni ambientali e comunali. In entrambi gli autolavaggi, è stata appurata l’assenza di SCIA e di AUA. La Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) è una dichiarazione che consente alle imprese di avviare, modificare o cessare un’attività produttiva, mentre l’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) è un provvedimento che garantisce gli adempimenti ambientali per le imprese a tutela delle risorse naturali e dell’ambiente.

Titolari deferiti e autolavaggi sequestrati

Oltre a questa documentazione, è stata accertata la mancanza di ogni altra tipologia di documentazione utile a giustificare l’attività produttiva. I titolari degli autolavaggi, secondo i carabinieri, non avevano effettuato nemmeno il censimento nel registro FIR per lo smaltimento dei rifiuti, non possedendo, dunque, di alcuna autorizzazione comunale allo scarico su rete fognaria. Gli accertamenti svolti dai carabinieri della Stazione di Gioia Tauro hanno portato al deferimento dei titolari e al sequestro penale dei due autolavaggi, senza alcuna facoltà d’uso.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved