Luciana Littizzetto scrive una lettera alle tre bimbe di Reggio che hanno salvato la madre dalla violenza

"Grazie, siete state 3 bambine molto coraggiose ed è grazie a voi che questa settimana c'è una di noi tra di noi"

Luciana Littizzetto, co-condutrice e mattatrice della risata a Che Tempo Che Fa, il programma di Fabio Fazio da quest’anno in onda sull’emittente NOVE, scrive una lettera alle tre bambine che qualche giorno fa, a Reggio Calabria, hanno letteralmente salvato la madre dalle violenze del padre.
“Tre bambine a Reggio Calabria, 12, 10 e 8 anni, non so come si chiamino, le chiamerò io Marta, Marcella e Martina: Il padre stava prendendo a pugni la mamma perché pretendeva che lei pulisse la cenere che lui aveva buttato per terra. La piccola Martina prende il cellulare della mamma, scrive 113 e glielo da, poi vanno sul balcone con un cartello “Help”, fanno il gesto dell’aiuto e salvano la mamma”. Questo l’incipit della lettera che si soffermerà poi sul significato più profondo dell’azione di queste piccole eroine.

“Siamo sulla strada giusta”

“Sono il segno del cambiamento – ha infatti proseguito – queste bambine ci hanno detto che la strada è giusta, che sarà un cammino lungo e ce la faremo. Ecco a cosa è servita la morte di Giulia, le parole in tv e sui social. Servono a far crescere piccole donne consapevoli, volitive, audaci e coraggiose. Insieme alla scuola naturalmente, perché l’educazione affettiva e sentimentale non è una nefandezza, ma lo strumento per scardinare la violenza alla base e non quando è troppo tardi, per crescere coscienti che l’amore è un’altra cosa e per stare lontano da quelle famiglie tradizionali, che di tradizionali hanno solo il concetto dell’uomo che si sente padrone di chiunque viva con lui.
Quindi – ha concluso Luciana Littizzetto – grazie Marta, Marcella e Martina siete state 3 bambine molto coraggiose ed è grazie a voi che questa settimana c’è una di noi tra di noi”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il gip di Reggio Calabria dispone tre arresti: due vibonesi vanno in carcere e una donna di Gioia Tauro finisce ai domiciliari
l'inviato
Negli ultimi 30 anni su questa arteria di comunicazione sono morti decine di giovani e si sono verificati oltre 2mila incidenti
Sottoposto a verifica ed accertamento mediante etilometro, al conducente è stato rilevato un tasso alcolemico superiore a 1 gr/l
La casa di riposo sarebbe anche stata priva degli adeguati requisiti organizzativi e, persino, di quelli igienico sanitari
"L’avviso per il finanziamento a biblioteche e archivi storici pubblici e il riconoscimento di Taurianova Capitale del Libro 2025 due importanti tappe per questa Regione"
Le imprese giovanili fanno registrare un saldo anagrafico positivo di 420 unità, in recupero rispetto ai livelli pre-pandemici anche le imprese artigiane
Necessario fare luce sul caso delle attrezzature "che rischiano di diventare obsolete, dopo essere acquistate, con grande esborso per le casse regionali"
Ricostruito il coinvolgimento di personale dell'Agenzia delle Dogane in 5 importazioni per oltre 3 tonnellate di cocaina, delle quali 2,7 sequestrate
Il mister, originario del Vibonese, guiderà da subito il Napoli nel big match di Champions contro il Barcellona da preparare il 24 ore
"Mio padre sarebbe potuto morire", scrive la figlia della vittima in un post sui social nel quale rende nota la vicenda
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved