Lutto nella sanità vibonese, muore improvvisamente un noto medico

Lo stimato dottore, di 62 anni, era responsabile del servizio sanità, igiene ed infettivologia dell’Azienda sanitaria provinciale
Antonio Demonte

È morto in servizio, svolgendo ciò che ha caratterizzato la sua vita: il proprio lavoro. La notizia si è subito sparsa negli ambienti sanitari del Vibonese suscitando incredulità e cordoglio. È infatti venuto a mancare il dottor Antonio Demonte, di 62 anni, responsabile del servizio sanità, igiene ed infettivologia dell’azienda sanitaria provinciale. Il medico di Polia, sposato, con un figlio, questa mattina si trovava, come di consueto, presso l’ospedale di Pizzo quando ad un tratto ha avvertito un malore. Subito soccorso dai colleghi, però, per lo stimato sanitario non c’è stato nulla da fare.

In prima linea durante la pandemia

In prima linea durante la pandemia

Antonio Demonte, soprattutto nel periodo legato alla pandemia da Covid, in qualità di direttore di una delle strutture più importanti in quel periodo ha coordinato le attività di rilevamento e tracciamento i contagi di Covid-19, spesso recandosi di persona ad effettuare i controlli alla popolazione già dai primi momenti della comparsa del virus quando ancora non erano chiari i canali di trasmissibilità e il rischio di ammalarsi era elevato, fino a quando non vi è stata l’esplosione dei casi di positività. Fino a quando è stato possibile la sua equipe è riuscita a tracciare dettagliatamente tutti i contatti dei soggetti colpiti dal Coronavirus.

Come detto, la notizia della morte di Demonte si è rapidamente diffusa in ambito sanitario e non solo. Anche il commissario dell’Asp, Giuseppe Giuliano, ha espresso sconcerto e cordoglio alla famiglia del medico scomparso. Appena 10 giorni fa, sempre all’Asp di Vibo, è deceduto un altro medico: l’ortopedico Franco Curatolo, 67 anni era da pochi mesi in pensione, colpito verosimilmente da un aneurisma cerebrale. I suoi colleghi, che per tanti anni hanno lavorato al suo fianco, lo hanno ricordato oltre che come un sanitario tra i più apprezzati, come “autentico galantuomo”. (f.p.)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved