Madonna di Polsi, il monito del presidente della Cei: “Fuori i mafiosi dalla Casa di Maria”

Questo uno dei passaggi del messaggio del cardinale Matteo Maria Zuppi, letto dal vescovo di Locri e abate del Santuario, monsignor Francesco Oliva, alla festa della Madonna
madonna di polsi

“Il Santuario della Madonna di Polsi è stato profanato nel recente passato. La casa della Madre di Dio è diventata luogo per interessi privati che dobbiamo chiamare con il loro nome: mafiosi. Papa Francesco a Cassano all’Ionio il 21 giugno 2014 ha avuto parole inequivocabili di condanna verso i mafiosi e la ‘ndrangheta in particolare, dichiarandone la scomunica. Chi fa della casa di Dio luogo di interessi di alcuni offende Maria, la Chiesa tutta, la comunità umana e, in realtà, anche la loro stessa dignità umana”. Questo uno dei passaggi del messaggio del cardinale Matteo Maria Zuppi, presidente della Conferenza episcopale italiana, letto dal vescovo di Locri e abate del Santuario, monsignor Francesco Oliva, alla festa della Madonna della Montagna tenuta ieri a Polsi, come da tradizione.

La festa ha avuto un tono minore rispetto agli altri anni

La festa ha avuto un tono minore rispetto agli altri anni

Zuppi ha poi aggiunto: “Sostengo il vostro sforzo di purificare la vera pietà da queste contaminazioni che non hanno niente a che fare con Cristo e con la Chiesa. Da Polsi nasca, invece, una consapevolezza nuova di cui ha bisogno tutto il nostro paese perché le mafie hanno tanta penetrazione al Nord e tante ramificazioni internazionali”. La celebrazione eucaristica è stata presieduta dall’arcivescovo di Reggio monsignor Fortunato Morrone, in collaborazione con il vescovo diocesano e con il superiore del Santuario don Tonino Saraco. Rispetto agli anni passati, però, la festa ha avuto un tono minore. Non tutti i pellegrini che avevano scelto di salire a Polsi sono riusciti a raggiungere il santuario, a causa del blocco delle strade di accesso che ha costretto tutti a percorrere gli ultimi chilometri a piedi.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L’iniziativa, nel comune Vibonese, è promossa da Libera e dalla Fondazione Nazionale Antiusura Interesse Uomo Onlus
L'amministrazione comunale di Catanzaro comunica la deroga, valida dalle ore 14 di venerdì 22 settembre fino alla mezzanotte di sabato 23
Spicca, con Tre Tazzine e Due Chicchi, il Golosìa di Marina di Gioiosa Jonica. ma nella lista ci sono i bar più celebri di ogni provincia
Per il presidente Klaus Algeri non è una semplice provocazione ma una proposta vera e concreta da sostenere con forza
L'assessore alla Pubblica Istruzione del Comune capoluogo ha parlato di "tentativi di strumentalizzazione polemica poco comprensibili"
Ospedali e pronto soccorso chiudono, gli investimenti scarseggiano, medici e infermieri sono pochi e molti vanno all’estero
Le dichiarazioni di Luigi Ciotti nel nuovo numero di "Lavialibera", che presenta anche la mappa aggiornata degli affari della 'ndrangheta
Il servizio, sottolinea la Commissione, "non può essere sostituito nel breve periodo" ma l'Italia si impegna a produrre un piano entro 6 mesi
Udienza preliminare a Bologna. Tra le parti civili anche l'ex portiere Marco Ballotta, vittima di minacce aggravate dalle modalità mafiose
La prossima applicazione dell'ETS (Emission Trading System), secondo l'europarlamentare leghista, "metterà in ginocchio i porti italiani"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved