Maestrale, gli avvocati del veterinario Massara: “Vittima di un’autentica gogna mediatica”

La difesa del dirigente dell'area veterinaria dell'Asp di Vibo: "Distanza siderale da ambienti malavitosi"
Maestrale, gli avvocati del veterinario Massara: "Vittima di un'autentica gogna mediatica"

Riceviamo e pubblichiamo dagli avvocati Salvatore Mirabile e Salvatore Pronestì, per conto del dottor Francesco Massara, indagato a piede libero nell’inchiesta della Dda di Catanzaro nome in codice Maestrale:

La presente in qualità di difensori del Dott. Francesco Massara, in relazione agli articoli di cronaca giudiziaria apparsi sulla stampa che lo hanno riguardato personalmente e quale Dirigente dell’Area Veterinaria dell’Asp di Vibo Valentia, per rappresentare quanto segue: – Il Dott. Massara ha appreso in data 10 maggio 2023, tramite la Vostra testata giornalistica, di essere indagato nell’operazione “Inchiesta Maestrale”, svolta dalla DDA di Catanzaro;

La presente in qualità di difensori del Dott. Francesco Massara, in relazione agli articoli di cronaca giudiziaria apparsi sulla stampa che lo hanno riguardato personalmente e quale Dirigente dell’Area Veterinaria dell’Asp di Vibo Valentia, per rappresentare quanto segue: – Il Dott. Massara ha appreso in data 10 maggio 2023, tramite la Vostra testata giornalistica, di essere indagato nell’operazione “Inchiesta Maestrale”, svolta dalla DDA di Catanzaro;

  • Sempre dai medesimi articoli ha appreso quelle che dovrebbero essere le contestazioni di cui sarebbe destinatario;
  • è enorme lo stupore ed il rammarico del nostro assistito il quale, nemmeno destinatario di un avviso di garanzia, ha saputo dagli organi di stampa di essere indagato ed è stato esposto alla pubblica gogna, in aperta violazione delle norme che impongono alla stampa di non divulgare i nomi degli indagati in pendenza di procedimento;
  • Quanto accaduto è di estrema gravità, e rappresenta un barbaro tentativo di esporre alla gogna mediatica uno stimato e valente professionista che – non solo dimostrerà la sua completa estraneità ai fatti che secondo la stampa gli sono contestati – ma, nel difendersi in ogni sede, si avvarrà dei numerosi provvedimenti da lui adottati nel corso della sua attività che dimostrano – oltre che la sua professionalità nell’espletamento delle funzioni pubbliche a lui demandate, la oggettiva ed indiscutibile distanza siderale tra ambienti malavitosi di qualsiasi natura e pericolosità, avendo egli sempre serbato un comportamento irreprensibile ed onesto;
  • La gogna mediatica ha indotto I’ASP ad assumere in modo sommario e del tutto arbitrario – senza conoscere le carte processuali e senza instaurare nemmeno un benché minimo contraddittorio con l’interessato – un provvedimento cautelare di sospensione dal servizio del quale – anche in questo caso – il Dott. Massara ha avuto notizia in data odierna leggendo i giornali;
  • II nostro assistito è sereno e certo che la sua posizione sarà chiarita. Resta il senso di profonda angoscia e sgomento nell’essere stato – suo malgrado – oggetto di una barbara esposizione mediatica, perpetrata in spregio dei più elementari diritti dell’indagato e delle regole che la stampa è tenuta ad osservare, pur nell’esercizio del diritto di informazione.
  • Alla luce di quanto sopra, nel ribadire la completa estraneità del Dott. Francesco Massara ai fatti riportati sulle testate giornalistiche, ci riserviamo ogni opportuna iniziativa giudiziaria a tutela del suo buon nome ed a tutela dei limiti alla divulgazione delle informazioni giudiziarie che – anche con la recente Riforma Cartabia – devono essere garantiti all’indagato”.
  • © Riproduzione riservata

    TI POTREBBE INTERESSARE
    Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno provveduto a spegnere le fiamme, e il personale Anas
    La decisione dopo un esposto presentato da Partito democratico, Sinistra italiana e Avs
    Da protagonista del mondo street-urban è diventato in poco tempo icona, punkrocker, popstar, capace di scardinare ogni stereotipo di genere
    L'anticiclone, con temperature superiori alla media e condizioni meteo che contribuiscono alla pessima qualità dell'aria, sta per farsi da parte
    Approfittando della consistenza numerica e del caos creato all'interno dell’esercizio, i tifosi hanno trafugato generi alimentari e altri oggetti dagli scaffali
    Il sindacato supporta lo Sciopero indetto da Cgil Fillea e Feneal Uil, Fiom Cgil e Uilm Calabria sulla sicurezza sui luoghi di lavoro
    Molto bassi i valori delle regioni del Mezzogiorno, mentre quelle del Nord guidano la classifica nazionale
    Una volta immesso nelle piazze di spaccio, lo stupefacente - a giudizio dei finanzieri - avrebbe potuto fruttare ricavi per oltre 120mila euro
    Secondo le prime notizie, solo lievi ferite e un grosso spavento per i passeggeri della vettura in transito
    I militari hanno deferito due uomini di 55 e 66 anni. Un'altra persona - sottoposta ai domiciliari - è stata invece segnalata a causa delle numerose violazioni alle prescrizioni imposte
    RUBRICHE

    Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

    Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

    Direttore Responsabile Mimmo Famularo
    Caporedattore Gabriella Passariello

    Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

    2024 © All rights reserved