Calabria7

Magorno candidato alla presidenza della Regione Calabria: “No ai voti della ‘ndrangheta”

Regionali Magorno

Ernesto Magorno, denatore di Italia Viva, candidato alla carica di presidente della Regione Calabria prosegue nel suo tour elettorale. “Il viaggio tra i talenti della Calabria continua domani, 1 luglio, a Reggio Calabria con un’iniziativa in programma alle 18:00 presso il lido Piro Piro. Andiamo avanti con le nostre idee e con il nostro progetto di futuro che pone al centro due principi. Il primo – dichiara Magorno – è l’affermazione della cultura della legalità, un punto fermo, questo, che si realizza attraverso un esercizio quotidiano di rigore e rispetto ma anche manifestando il massimo sostegno a chi opera quotidianamente contro la ‘ndrangheta, un impegno su cui tutti i candidati alla carica di presidente devono mostrarsi uniti al di là delle differenze d’appartenenza”.

“No ai voti della ‘ndrangheta”

“Diciamo no ai voti della ‘ndrangheta, – afferma il candidato Magorno – lavoriamo per liste pulite con volti giovani, freschi e credibili e in grado di spendersi per la Calabria. Il secondo principio è il rifiuto di qualsiasi forma di demagogia e populismo, no all’uso di slogan carichi di luoghi comuni e utili solo per prendere qualche like sui social ma non a proporre soluzioni concrete ed efficaci per la Calabria: strumentalizzare i problemi purtroppo esistenti nella nostra regione è una colpa grave e imperdonabile. L’appuntamento per entrare nel dettaglio delle nostre proposte e raccogliere nuovi spunti di lavoro è domani a Reggio Calabria, una realtà urbana tra le più importanti del Sud e in grado di diventare centrale nel Mediterraneo soprattutto se si dovesse concretizzarsi l’idea del Ponte sullo Stretto, un’opera necessaria dalle potenzialità enormi la cui realizzazione significherebbe un salto di qualità per il Sud, per l’Italia e per l’Europa intera”.

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Cosenza, sabato manifestazione del Movimento delle Sardine

Matteo Brancati

‘Ndrangheta, sequestrati beni per 34 milioni a imprenditore vibonese

Mirko

Cuffaro: “Condividiamo idea Centro Covid a Villa Bianca. Zuccatelli dia risposte”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content