Calabria7

Malati di Covid costretti a vivere con i loro rifiuti, Bosco: “È inaccettabile”

“Lo avevamo scritto e denunciato circa un anno fa e nulla da allora è cambiato. In questa città, capoluogo di regione, le persone che contraggono il Covid- 19 e che ,dunque, sono costrette all’isolamento domiciliare, si trovano a dover convivere con i propri “rifiuti”. Accade che a distanza di un anno si discuta ancora rispetto a chi debba intervenire, a chi spetti fare cosa in un continuo rimpallo di competenze e responsabilità tra i vari Asp, Comune e Commissario. Le spese, come sempre, le fanno i cittadini che si trovano costretti ad un’incivile “convivenza” con i propri rifiuti per tutto il tempo dell’isolamento poiché non si è ancora individuato nessuno che abbia competenze per raccoglierli e smaltirli”. Lo afferma in una nota l’ex consigliere comunale di Cambiavento, Gianmichele Bosco.

“Empasse burocratica”

“Tutto ciò è inaccettabile per un capoluogo di Regione. Molti comuni limitrofi, tra cui Soverato, hanno sopperito alle mancanze altrui attraverso interventi decisi e coraggiosi che hanno avuto come obiettivo la salvaguardia e la tutela dei propri concittadini. Mentre le persone sono sommerse dai rifiuti, – afferma ancora Bosco –  il comune Catanzaro tenta di risolvere l’empasse burocratica. È una questione di attenzione verso la dignità della persona. Corre l’obbligo di ricordare che il primo cittadino rappresenta la massima autorità sanitaria comunale e tale ruolo avrebbe dovuto spingerlo a ricercare una tempestiva soluzione, tanto più che i rifiuti organici di persone affette da covid 19, se non gestiti, sono potenzialmente pericolosi per l’intera comunità. Un sistema, quello calabrese e catanzarese, che va in crisi con poco (lo stiamo vedendo con il ritardo sulle vaccinazioni infatti solo oggi è stata predisposta sul territorio comunale un hub vaccinale).
Presidente della Regione, sindaco di Catanzaro, Commissario Longo e tutte le autorità competenti quando penserete realmente alla salute e alle esigenze dei cittadini?”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, salgono i casi a Lamezia. All’istituto Einaudi parte la dad

Damiana Riverso

Sanità, Uil: “Occorre ripristinare legalità”

Matteo Brancati

Coronavirus a Rogliano, la donna rientrata dal nord di nuovo negativa

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content