Calabria7

Maltempo, allagamenti e danni: prosegue l’allerta rossa in Calabria

Maltempo allerta Calabria

Prosegue l’ondata di maltempo che da ieri imperversa sulla Calabria e che si protrarrà per tutta la giornata di oggi, martedì 26 ottobre (LEGGI). Durante la notte sono stati registrati disagi soprattutto nelle province di Reggio Calabria e Crotone, dove la pioggia e il forte vento stanno creando problemi. Le conseguenze maggiori si registrano sulla viabilità, con diverse strade invase da frane e smottamenti. Durante la notte è stata chiusa la strada statale 107 Silana, in prossimità dello svincolo di San Giovanni in Fiore. Uno smottamento ha completamente invaso la carreggiata nei pressi di una galleria. Situazioni analoghe si registrano nel Reggino e nel Vibonese, dove sono diverse le segnalazioni di strade interrotte.

Sulla strada statale 182 ‘delle Serre Calabre’ è chiuso il tratto al km 70,100, nel comune di Torre Ruggiero, in provincia di Catanzaro, a causa delle presenza di alberi sulla carreggiata a causa del maltempo. Il traffico è deviato su percorsi alternativi. Sul posto personale dell’Anas e le forze dell’ordine per gestione della viabilità e per ripristinare appena possibile la transitabilità in sicurezza. Particolare attenzione è rivolta anche ai corsi d’acqua, quasi tutti oltre la soglia di sicurezza, così come lungo la costa ionica sono in atto mareggiate che stanno creando qualche disagio. Molti sindaci, come avevano fatto ieri, ha chiuso anche per oggi scuole e luoghi di ritrovo pubblici. La Protezione civile regionale aveva lanciato anche per oggi l’allerta meteo rossa in molte zone del territorio calabrese.

Straripamento fiumi e diverse frane nel Reggino

Le piogge intense delle ultime ore hanno provocato, inoltre, lo straripamento di fiumi e torrenti mentre altri sono a rischio o sotto osservazione. La zona più colpita, al momento, è quella del reggino. A straripare è stato il fiume Bonamico, in località Pace a San Luca, e il torrente La Verdea a ridosso della statale 106, tra Bianco ed Africo, nel reggino, con l’allagamento di terreni agricoli circostanti.

Sempre nel reggino è a rischio esondazione il fiume Molaro, a Montebello Ionico, sul quale è stato compiuto un sopralluogo congiunto tra tecnici del Comune ed i vigili del fuoco. Sono attenzionati anche il torrente Budello, a Gioia Tauro, e il torrente Catone, a San Roberto. A Seminara alcune piccole frazioni sono rimaste prive di energia elettrica mentre a Roccaforte del Greco si è verificata una frana sulla strada provinciale ad un chilometro dal centro abitato e gli interventi per il ripristino della circolazione sono già stata attivati.

“Alto rischio idrogeologico”

In queste ore un profondo ciclone mediterraneo posizionato sul Mar di Sicilia si sta muovendo verso il Mar Ionio. Il vortice influenzerà pesantemente il tempo su alcune regioni per tutta la settimana. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che dopo un martedì con piogge torrenziali ancora sulla Sicilia ionica e piogge veloci anche al Centro, domani mentre al Centro-Nord ci sarà la rimonta dell’alta pressione che garantirà il bel tempo, ma al Sud le piogge continueranno a bagnare la Sicilia seppure meno intensamente e a carattere irregolare. Da giovedì il vortice ciclonico salirà verso la Sicilia dando inizio a una nuova ondata di maltempo ancora una volta su gran parte dell’isola e sulla Calabria ionica. Piogge torrenziali e quasi incessanti colpiranno le due regioni almeno fino a venerdì e parte di sabato. Il rischio idrogeologico sarà elevato.

Prosegue la ricerca della vittima

La strada statale 106 ionica è provvisoriamente chiusa al traffico, in entrambe le direzioni, al km 75,900, in località Sant’Anna, in provincia di Reggio Calabria, a causa dell’esondazione del fiume La Verde. Lo comunica l’Anas il cui personale e le forze dell’ordine sono sul posto per la gestione dell’evento e per consentire la riapertura del tratto nel più breve tempo possibile.

Proseguono a Scordia, nel Catanese, le ricerche della donna dispersa nel corso dell’ondata di maltempo tra domenica e lunedì. Lo riferiscono i Vigili del Fuoco, che tra Sicilia e Calabria hanno effettuato nelle ultime ore centinaia di interventi di emergenza. Oltre 250 a Catania, 140 a Reggio Calabria, 52 a Cosenza, 49 a Vibo Valentia. Le unità impegnati, afferma il Corpo, sono 300.

LEGGI ANCHE | Maltempo in Calabria: frana una strada a Vibo, piove nell’ospedale di Locri (FOTO-VIDEO)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

San Vito sullo Jonio, MKE: elementi incompleti e parziali

manfredi

Trovata una pistola calibro 7,65 nel Reggino

Andrea Marino

Cosenza, in fase revisione regolamento asili nido

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content