Calabria7

Maltempo, danni in Calabria: famiglie bloccate in casa

La violenta ondata di maltempo che ha portato con sé venti molto forti, anche superiori ai 100 chilometri orari, e nubifragi, ha provocato danni e disagi su buona parte del territorio calabrese.

Molti i centri colpiti. Violente mareggiate hanno investito l’intera costa tirrenica. La circolazione ferroviaria è rallentata,con ritardi fino a 50, minuti, lungo la ferrovia, fra Reggio Calabria e Lamezia Terme (Cz). Le forti mareggiate hanno danneggiato impianti e infrastruttura ferroviaria in più punti, fra Cannitello e Bagnara, Rosarno e Mileto e Vibo-Pizzo e nella stazione di Gioia Tauro.

E’ stato riprogrammato, con riduzioni nell’offerta di trasporto, il servizio ferroviario da Reggio Calabria a Rosarno, in attesa dell’evolversi delle condizioni meteo. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) sono al lavoro per verificare le condizioni dell’infrastruttura e ripristinare le normali condizioni di circolazione. Danni a Catanzaro.

Nella frazione Piterà, uno smottamento ha isolato due famiglie durante la notte. Sono stati i Vigili del fuoco a liberare la strada. Sempre a Catanzaro molti i danni anche nel quartiere Lido con tetti scoperchiati o danneggiati e auto in sosta colpite dai detriti. Moltissime le segnalazioni per piccoli smottamenti e pali della pubblica illuminazione divelti in tutto l’hinterland catanzarese.

Disagi alla circolazione si sono verificati a Simeri Crichi (Cz), con diverse interruzioni della strada provinciale 13 per la caduta di alberi. Stessa situazione nella zona di Caraffa, Gimigliano e Sellia. Allagamenti sono stati segnalati, infine, lungo tutto il tratto della statale 106. Molte le manifestazioni natalizie rinviate proprio a causa del maltempo. Alcuni sindaci hanno sollevato il problema della gestione del sistema di allerta di protezione civile, considerato che le zone interessate prevedono allerta gialla, ma si sono dovute confrontare con condizioni ben più gravi.

Sono circa 30 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia a  causa del forte vento che ha interessato la provincia.

I comuni maggiormente interessati sono quelli situati sulla fascia costiera interessata tra l altro da violente mareggiate.

Sotto attento  monitoraggio i corsi d’acqua il cui regolare deflusso alla foce è ostacolato dal mare in tempesta.  Da segnalare la caduta di un grande tabellone pubblicitario sulla SS 18 in prossimità del cimitero di Vena.

Nel Cosentino, invece, come informa il consigliere regionale, Carlo Guccione, disservizi per erogazone di energia elettrica Un grave disservizio nella erogazione di energia elettrica si è verificato nella nottata, alle 3.30 circa del 23 dicembre, nella frazione Morelli del comune di Casali del Manco. Problematica non certo ignota ai cittadini della citata frazione del comune della Presila cosentina, che ancora fino alle 11.00 di questa mattina, in talune zone, sono sprovviste di energia elettrica. Nonostante le richieste formulate da alcuni cittadini residenti all’ente erogatore, rimaste senza risposte dopo lunghe ed estenuanti attese, nessuna segnalazione o comunicazione è stata fornita ai residenti dai rappresentanti del Comune Presilano. La mancanza di energia elettrica, soprattutto nei giorni festivi e concomitante ad eventi meteo avversi, non è da considerarsi purtroppo una rara evenienza.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Autolavaggi, sequestri e sanzioni per violazione normativa di settore

Mirko

Controlli carabinieri e Gdf, sanzioni nel Vibonese

manfredi

Rapina in un centro scommesse di Catanzaro

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content