Mamma calabrese ritrova la figlia dopo 40 anni: “Felicità indescrivibile”

Toscana Oggi racconta la storia di Anna, ragazza madre in Calabria a 15 anni, e Valentina, partorita a Firenze e data in adozione

Una storia commovente è stata raccontata dal settimanale cattolico Toscana Oggi: madre e figlia di nuovo insieme dopo oltre quarant’anni. Anna e Valentina, madre e figlia, si sono incontrate dopo 40 anni per la prima volta dieci mesi fa, il 24 marzo scorso, grazie all’iniziativa della seconda, che ha portato avanti la ricerca delle proprie radici come consente la legge italiana da ormai dieci anni.

Incinta a soli 15 anni

Incinta a soli 15 anni

Anna, calabrese, rimase incinta a soli 15 anni. Osteggiata dal padre ma non dalla madre, che, grazie a un’amica infermiera di Firenze, riuscì a farla arrivare dalla Calabria a Casa Speranza a Settignano (frazione di Firenze), una casa famiglia per ragazze madri tuttora esistente. La bambina di Anna venne data in adozione e la giovanissima madre tornò in Calabria per poi tornare a Firenze, una volta maggiorenne e grazie ancora all’aiuto della madre, per iscriversi al Conservatorio e diplomarsi.

Valentina è stata cresciuta in una bella famiglia adottiva e già aveva tentato di scoprire chi fosse la sua vera mamma ma sull’estratto dell’atto di nascita era scritto soltanto “da donna che non consente di essere nominata”. Poi, a sua volta diventata mamma a 34 anni, nel 2014 la giovane si è rimessa in moto nelle sue ricerche. Il tanto atteso incontro è arrivato soltanto nove anni dopo, il 24 marzo 2023.

“C’è stata subito un’intesa bellissima”, spiega Anna che, riferisce Toscana oggi, negli anni aveva pensato spesso alla sua bambina, ma sapeva che per legge non l’avrebbe potuta rintracciare. CUn genitore biologico che ritrova un figlio dopo 30, 40 anni non può togliere nulla alla famiglia adottiva. È una felicità indescrivibile”, aggiunge. “Per quanto una persona possa avere una storia di adozione felice – spiega Valentina – a un certo punto della vita conoscere le proprie origini diventa un bisogno da affrontare. Questo presente ci permette di fare pace con un passato che inevitabilmente ha creato dolore a entrambe”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Sul luogo carabinieri, polizia e polizia locale. Nessuna ipotesi è esclusa al momento, compresa quella di un gesto volontario
Il sindaco Giuseppe Falcomatà ha omaggiato la centenaria reggina con una targa di auguri e un omaggio floreale
Durante i controlli della Polizia di Stato nel Catanzarese gli agenti hanno trovato cocaina, hashish e due bilancini di precisione
La città ha rinsaldato il proprio legame con l'indimenticato maestro e cittadino onorario
Il segretario nazionale del Movimento "Indipendenza!" si schiera dalla parte degli agricoltori dell’Altopiano Silano
operazione svevia
L'uomo era stato arrestato l’accusa di partecipazione ad associazione volta al traffico di stupefacente, ma si è sempre proclamato innocente
Lo ha rilevato Assoutenti, che ha analizzato gli ultimi prezzi al pubblico comunicati dai gestori al Mimit e pubblicati sul sito del ministero
Gli atenei pubblici e il presidente della Regione insieme per offrire formazione di avanguardia e qualità, diritto allo studio a tutti, con i vantaggi economici non previsti dalle costose università private
L’ente bilaterale del turismo è un’associazione no profit che eroga servizi ai lavoratori e alle imprese aderenti allo stesso
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved