Mancuso-Talarico a parlamentari M5S: “Non hanno capito questione”

Ex Educandato

I consiglieri comunali Rosario e Filippo Mancuso e Fabio Talarico hanno replicato ai parlamentari Bianca Laura Granato e Paolo Parentela:

“La replica dei parlamentari catanzaresi Cinquestelle al sindaco Abramo è uscita, come al solito, dai termini reali della questione.

“La replica dei parlamentari catanzaresi Cinquestelle al sindaco Abramo è uscita, come al solito, dai termini reali della questione.

La senatrice Granato e il deputato Parentela, infatti, non hanno capito – come era invece facile intuire leggendo attentamente la nota di Abramo – che il sindaco si riferiva alle cose che loro due, cittadini catanzaresi prima che parlamentari, non hanno fatto per il capoluogo.

Certo, Granato e Parentela hanno citato gli investimenti del Governo nazionale, di cui fanno parte,  a favore di tutte le Province e di tutte le Regioni, ma Abramo ha chiesto loro, più di una volta, cosa abbiano mai fatto per tutelare la propria città. Facile rispondere: non hanno fatto proprio il resto di niente e il campanilismo non c’entra.

Si sono dimostrati semplici numeri delle volontà del Governo Conte quando a Roma hanno bloccato i fondi per la riqualificazione delle periferie. Un atto ancora più paradossale per uno come Parentela, che si è trovato a votare contro il suo quartiere, Corvo, che sarebbe stato riqualificato insieme ad Aranceto, Pistoia e Fortuna con i 30 milioni di euro e i progetti già redatti dall’amministrazione comunale.

E ancora: il sindaco Abramo ha più volte chiesto loro di fissare un incontro con i vertici di Rfi per individuare finanziamenti e soluzioni utili alla riqualificazione della stazione ferroviaria di Sala.

Stiamo ancora aspettando non soltanto noi, insieme al sindaco, ma anche i rappresentanti delle 25 associazioni che erano intervenute sul tema e partecipato alla riunione convocata proprio dal primo cittadino.

Terzo punto che dimostra l’assenza dei due parlamentari catanzaresi: non ci pare che durante tutta la querelle sull’istituzione della Direzione interregionale dell’Agenzia delle dogane i due abbiano mai preso posizione in favore e a tutela della loro città. Niente di niente anche qui, nonostante Abramo e tanti altri consiglieri ne avessero sollecitato l’intervento.

Lo ha fatto, in questo come in tanti altri casi, solo Wanda Ferro, che però non può avere, in quanto parlamentare di centrodestra ed esponente dell’opposizione, la forza contrattuale che potrebbero avere esponenti della maggioranza.

Per fortuna sappiamo difenderci e tutelarci da soli, insieme a Wanda Ferro e ai consiglieri regionali. L’assenze dei Cinquestelle catanzaresi è una cosa che mettiamo in conto ogni volta.

C’è anche un’altra situazione sulla quale i due deputati non sono mai intervenuti come avrebbero dovuto e potuto, ed è quella relativa all’istituzione di un’azienda unica che potenzi il sistema sanitario del capoluogo sia nella sua parte assistenziale che in quella universitaria.

Granato e Parentela, sulla materia, l’hanno trattata, quando l’hanno fatto, sempre di sfuggita e  scivolando tecnicismi, roba utile, semmai, a confondere le acque.

Ora è il momento che ci dicano se sono favorevoli o contrari all’azienda unica. Se sono favorevoli o contrari a non disperdere i fondi per un nuovo ospedale e la casa della salute. Se sono favorevoli o contrari all’aumento dei posti letto oncologici al Ciaccio. Soprattutto ci dicano se sono favorevoli o contrari allo sviluppo del più importante settore, anche economico, della loro città, perché non l’abbiamo ancora capito.

In realtà, sono risposte che devono ai catanzaresi. Li invitiamo a un dibattito pubblico in televisione: loro due e il sindaco Abramo. Speriamo accettino, sarà un modo per rivederli qui in città, che è anche la loro città, perché da qualche tempo a questa parte la gente si è dimenticata anche come sono fatti.

Possiamo comprendere l’angoscia che attanaglia il loro partito-movimento dopo le Regionali in Abruzzo. Li tranquillizziamo, comunque, perché alle Regionali in Calabria manca ancora quasi un anno e loro hanno tutto il tempo per dimostrare ulteriormente la propria inadeguatezza a tutta la regione. A Catanzaro l’hanno già fatto”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved