gentlemen 2

Mano pesante della Dda contro narcotraffico e armi nella Sibaritide, chieste 17 condanne (NOMI)

La Dda, al termine della requisitoria, ha invocato una sola assoluzione nell'ambito del processo con rito abbreviato Gentleman 2
scirocco

Diciassette condanne e un’assoluzione sono stati chiesti dal pm della distrettuale di Catanzaro Stefania Paparazzo per 18 imputati giudicati con rito abbreviato, coinvolti nell’operazione della Dda di Catanzaro Gentlemen 2”, eseguita della Guardia di Finanza, che ha portato il 5 giugno dell’anno scorso all’esecuzione di 25 misure cautelari e sequestri per 3,8 milioni (LEGGI), sgominando una vera e propria “holding” criminale, con la “regia” delle cosche della Sibaritide, con “cellule” operative in Italia, Belgio, Germania e Albania e con collegamenti con i cartelli del Sudamerica e anche del Messico, un’organizzazione dedita al traffico internazionale di droga e armata. Ha invocato pene comprese tra i venti anni e un anno e sei mesi di reclusione per oltre 140 anni di reclusione complessivi.

Le richieste di condanne

Le richieste di condanne

Il magistrato ha invocato nei confronti di Fiorello Abruzzese, 18 anni; Nicola Abbruzzese, 16 anni e 8 mesi; Gianfranco Arcidiacono 8 anni; Salvatore Brandi, 2 anni e 8 mesi; Angelo Caravetta, 12 anni; Daniele Caravetta, 6 anni; Claudio Franco Cardamone, 9 anni e 4 mesi; Francesco Pasquale Cimino, 6 anni e 4 mesi; Antonio Conocchia, 7 anni e 4 mesi; Arcangelo Conocchia, 7 anni e 4 mesi; Giuseppe Esposito, 3 anni e 6 mesi; Pasquale Forastefano, 20 anni; Rosario Giovanni Fuoco, alias schmitt, 8 anni e 8 mesi; Francesco Carmine Lombisani, 1 anno e 6 mesi; Giuseppe Andrea Mangano, 6 anni e 8 mesi; Davide Paldino, 6 anni e 4 mesi; Paolo Pellicano, 4 anni. 

La richiesta di assoluzione

Il pm ha chiesto l’assoluzione per Alessandro Forastefano e il gip Claudia Giacchetti ha aggiornato al prossimo 4 giugno, giorno in cui inizieranno le arringhe difensive degli avvocati Salvatore Staiano, Vincenzo Cicino, Rosanna Cribari, Vincenzo Belvedere, Franz Caruso, Mattia Caruso, Domenica Rotondo, Ettore Pieracciani, Pasquale Di Iacovo, Ettore Francesco Zagarese, Cesare Badolato, Francesco Paolo Oranges. 

La “Spectre” delle cosche Abbruzzese e Forastefano

A tirare le fila di un narcotraffico che importava imponenti carichi di droga anche dagli Stati Uniti le cosche dominanti nella Sibaritide, la cosca Abbruzzese e la cosca dei Forastefano, già al centro dell’operazione “Gentleman 1”: due cosche un tempo in guerra ma ora federate in un’alleanza cementata dal comune business della cocaina. Nell’incontro con i giornalisti è stata poi evidenziata la capacità dei vertici dei due clan di gestire una sorta di “Spectre”, una rete di rapporti e di contatti sempre più fitti con broker in Albania, Belgio e Germania, contatti e rapporti che avvenivano attraverso criptofonini e piattaforme di messaggistica con sedi legali all’estero, in Canada in particolare, decrittate solo grazie alle sempre più sofisticate tecniche di indagine utilizzate dalla Guardia di Finanza (LEGGI)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved