Calabria7

Mareggiate e schiume sul Tirreno, Arpacal spiega l’origine del “muco di mare” (VIDEO)

A seguito di violente mareggiate nei giorni scorsi sulla zona tirrenica si è venuta a formare una “schiuma” bianca che ha destato la curiosità di quanti hanno assistito a questo fenomeno.

Fabrizio Fabroni, esperto di biologia marina di Arpacal, spiega così quanto conosciuto dagli addetti ai lavori: “Si tratta, del cosidetto “muco di mare” generato dalla decomposizione di microalghe che col forte moto ondoso provoca emulsione”.

“Fenomeno del tutto naturale”

Michelangelo Iannone, direttore scientifico, precisa che il fenomeno del tutto naturale è riscontrabile in letteratura ed evidenziato in analoghe circostanze anche in altre zone in Italia: “queste “schiume” sono dovute alla sostanza organica presente nell’acqua di mare, che per azione del moto ondoso e del vento si trasforma in schiuma”. Ad accentuare il tutto, in particolare nella zona di Santa Maria di Ricadi documentato ieri nelle foto e video di Fabroni, vi è la prossimità di substrati duri come scogliere o frangiflutti.

LEGGI ANCHE | Maltempo in Calabria, strade allagate e mareggiate sulla costa tirrenica

LEGGI ANCHE | Maltempo in Calabria, bomba d’acqua nel Cosentino: disagi alla circolazione

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’8 marzo in Calabria Consiglio regionale su proposta di legge parità di genere

Maria Teresa Improta

Regionali, sindaco San Fili scrive a Zingaretti (PD): “Oliverio va sostenuto”

Matteo Brancati

Ragazzo calabrese arrestato per spaccio di droga ad Anzio

Carmen Mirarchi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content