Maxi frode sui prodotti petroliferi, 70 misure cautelari tra Calabria e Campania (VIDEO)

Operazione della Guardia di finanza e dei carabinieri del Ros tra Napoli, Catanzaro e Reggio Calabria: sequestri per un miliardo di euro

Dalle prime ore dell’alba, i comandi provinciali della Guardia di finanza di Napoli, Roma, Catanzaro e Reggio Calabria, insieme ai finanzieri dello Scico e ai carabinieri del Ros, coordinati dalle rispettive Direzioni distrettuali antimafia e dalla Procura nazionale antimafia e antiterrorismo, stanno dando esecuzione a provvedimenti cautelari a carico di una settantina di persone responsabili di associazione di tipo mafioso, riciclaggio e frode fiscale di prodotti petroliferi. Contestualmente, sono in corso sequestri di immobili, società e denaro contante per un valore di circa 1 miliardo di euro.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La pronipote è stata posta ai domiciliari, con l'uso del braccialetto elettronico, ed è accusata di circonvenzione di incapace e omicidio aggravato
Il professionista replica alle accuse e tira dritto: "E' falso, presenterò 200 firme di miei pazienti che confermano la mia competenza"
Da venerdì della scorsa settimana il guasto ha causato diversi disagi e nonostante i solleciti dell’Aned non è stato ancora riparato
Pubbliredazionale
Il pizzaiolo di “Mordì” nel quartiere Pontepiccolo a Catanzaro ha fatto incetta di premi nella prestigiosa competizione
Nel concerto di Lamezia Terme i tre musicisti proporranno le composizioni di tre autori distanti nel tempo
Il ricordo del premio Nobel a 110 anni dalla nascita nelle parole del sindaco della sua città e del ministro della Salute
La pena più alta è stata invocata per Leonardo Sacco. Si tratta dell'appello bis dopo gli annullamenti con rinvio della Cassazione
scolacium
"Dietro le intimidazioni del professionista le famiglie di 'ndrangheta dei Bruno, dei Catarisano, dei Procopio e dei Tolone"
Le sue condizioni si sono rapidamente aggravate dopo le dimissioni ed è arrivato in ospedale in arresto cardiaco
Il ministro Valditara parla di decisione presa "sia per questioni didattiche sia perché spesso l'utilizzo improprio è elemento di tensione"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved