“Mazzette” per chiudere un occhio sullo scavo in una zona vincolata, arrestati due vigili urbani

La "mazzetta" sarebbe servita per "addomesticare" un accertamento eseguito in un negozio di abbigliamento della città, riconducibile a un imprenditore
mazzetta vigili urbani

Due agenti della Polizia Municipale di Napoli, un uomo e una donna, il primo maresciallo l’altra assistente capo, sono finiti in manette, insieme con un noto imprenditore che ha vari negozi in città, dal Secondo Gruppo Napoli dalla Guardia di Finanza (coordinato dal tenente colonnello Dario Marano) che contesta, a vario titolo, agli indagati i reati di corruzione, falso in atto pubblico e ricettazione. Secondo l’ANSA, per i tre il giudice per le indagini preliminari ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

I vigili urbani sono accusati di avere intascato una “mazzetta” – secondo quanto si appreso pari a 500 euro – per “addomesticare” un accertamento eseguito in un negozio di abbigliamento della città, riconducibile all’imprenditore, relativo a uno scavo in corso nel seminterrato dell’esercizio commerciale che si trova in una zona della città sottoposta a vincolo archeologico. I fatti contestati risalirebbero al luglio del 2021. Dopo l’iscrizione dei due pubblici ufficiali nel registro degli indagati il vertice della Polizia Municipale di Napoli, il generale Ciro Esposito, ha disposto il trasferimento dei soggetti, peraltro anche “compagni” nella vita, in attesa dell’esito delle indagini.

I vigili urbani sono accusati di avere intascato una “mazzetta” – secondo quanto si appreso pari a 500 euro – per “addomesticare” un accertamento eseguito in un negozio di abbigliamento della città, riconducibile all’imprenditore, relativo a uno scavo in corso nel seminterrato dell’esercizio commerciale che si trova in una zona della città sottoposta a vincolo archeologico. I fatti contestati risalirebbero al luglio del 2021. Dopo l’iscrizione dei due pubblici ufficiali nel registro degli indagati il vertice della Polizia Municipale di Napoli, il generale Ciro Esposito, ha disposto il trasferimento dei soggetti, peraltro anche “compagni” nella vita, in attesa dell’esito delle indagini.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nella finale mondiale azzurri ancora ko (6-4) nella finale contro la Seleçao, imbattibile sulla sabbia di Dubai
Serie D
Altra vittoria pesantissima per il Trapani, che ipoteca la promozione in Serie C
Il messaggio che viene fuori dal seminario organizzato nel Cosentino intende rilanciare quello che è stato il caposaldo dell’inclusione per le persone non vedenti
Lo scontro ha interessato una Fiat Grande Punto e una Volkswagen Golf. Durante le operazioni di soccorso la strada è stata momentaneamente bloccata
Allarmata preoccupazione del presidente Paolo D'Achille in una lettera aperta alla ministra Anna Maria Bernini e al rettore dell'Ateneo di Bologna, Giovanni Molari
La giovane è riuscita a dare l'allarme e a denunciare l'accaduto
''Dovrebbero essere cancellati i loro visti'', ha detto il presidente ucraino
L'elogio dello stilista al presidente del Consiglio: "Ha due elementi importanti in corpo abbastanza robusti, non ce li ha ma è come se ce li avesse"
Sono stati i vicini di casa a chiamare i soccorsi. I medici del Suem arrivati sul posto hanno stabilizzato il giovane che è stato trasportato in ospedale
Al corteo, che si sta svolgendo sotto una pioggia battente, partecipa la segretaria del Pd, Elly Schlein
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved