Calabria7

Meccanico in provincia di Cosenza scaricava oli e lubrificanti in un torrente, denunciato

Oggi nel Cosentino, in località Petraro del Comune di Rose, i militari della stazione carabinieri forestale di San Pietro in Guarano hanno proceduto al sequestro delle vasche e dei pozzetti di raccolta e di una condotta di scarico di un’officina meccanica del posto. Il sequestro è avvenuto in quanto tale attività, che si occupa della riparazione meccanica e di carrozzeria, effettuava in un’area della struttura operazioni di lavaggio e riparazioni di auto e componenti meccaniche, facendo defluire i liquidi provenienti da questa operazione all’interno del sistema di raccolta reflui posto all’esterno dell’officina.

Reflui nel torrente

Dal controllo è emerso che questo sistema di raccolta reflui industriali scaricava senza alcuna autorizzazione direttamente nell’alveo del torrente Javes, affluente destro del fiume Crati, tramite una condotta occultata nella vegetazione nella quale era visibile la fuoriuscita di oli e lubrificanti misti ad acqua provenienti dalla riparazione di mezzi. Si è pertanto proceduto al sequestro e alla denuncia del titolare dell’officina per violazione alla normativa ambientale.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus in Italia, contagi in crescita (+25.853)

Giovanni Bevacqua

Revocato il sequestro dell’auditorium del Consiglio regionale della Calabria

Mirko

Smaltivano rifiuti pericolosi in discarica abusiva, due arresti a Reggio Calabria

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content