Messa in sicurezza dell’ingresso di Vibo: appaltati i lavori, entro giugno l’avvio del cantiere

Appaltata l’opera di messa in sicurezza dell’ingresso sud della città. Previste rotatorie nel tratto con maggiori incidenti

Il Comune di Vibo Valentia è pronto ad avviare uno dei cantieri più importanti sul fronte della viabilità e della sicurezza stradale. È stata infatti appaltata l’opera di messa in sicurezza dell’ingresso sud della città, ovvero il tratto di strada Statale 18 che, dall’incrocio di località Maiata (bivio per la piscina comunale) arriva fino all’imbocco di viale Affaccio (bivio comando Vigili del fuoco). “Sono felice di poter comunicare – dichiara il sindaco Maria Limardo – che sono già stati appaltati i lavori e proprio in questi giorni l’ente stipulerà il contratto con l’impresa appaltatrice, con l’avvio degli interventi previsto per fine giugno”. 

“Una data non casuale – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici, Carmen Corrado – poiché coincide con la chiusura delle scuole e con una viabilità più leggera dato il periodo estivo, proprio per arrecare meno disagi possibili alla circolazione”.

“Una data non casuale – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici, Carmen Corrado – poiché coincide con la chiusura delle scuole e con una viabilità più leggera dato il periodo estivo, proprio per arrecare meno disagi possibili alla circolazione”.

I particolari del progetto

Nel tratto di strada oggetto dell’appalto verranno effettuati interventi di riqualificazione del manto stradale, marciapiedi, raccolta acque, dossi e attraversamenti pedonali, e soprattutto saranno realizzate due rotatorie, all’incrocio dei Vigili del fuoco e all’incrocio che conduce al teatro e a Moderata Durant, ed una intersezione stradale che collegherà l’area della piscina con il Parco urbano. Le rotatorie serviranno, in particolare, per porre fine alla situazione di costante pericolo, nonché disordine veicolare, in due incroci ad alta intensità di traffico.

È su questo aspetto, infatti, che si è concentrata la progettazione, ovvero intervenire su quelle situazioni di pericolo cristallizzate anche dai dati statistici, secondo i quali i maggiori sinistri nell’ambito urbano della città si sono verificati proprio in quel tratto di strada, seguìto – altra progettazione non casuale – da viale De Gasperi, ingresso nord della città sul quale l’amministrazione è già intervenuta, a conferma di una visione complessiva e strategica delle progettazioni da compiere per migliorare il livello di vivibilità e sicurezza del centro urbano. Rup dell’intervento è il dirigente del settore Infrastrutture e Nuove opere, l’ingegnere Lorena Callisti. Questi lavori sono finanziati con tre milioni di euro ottenuti dal Comune a febbraio 2023, all’esito della partecipazione ad una manifestazione di interesse della Regione Calabria nella quale l’ente vibonese si è piazzato secondo in graduatoria, proprio per le peculiarità del progetto che punta sulla messa in sicurezza dell’arteria a tutela di pedoni e guidatori e per una migliore e più fluida viabilità.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved