Mettono in vendita un trattore ma è una truffa: tre calabresi denunciati nel Viterbese

Due trentenni e una settantenne, già gravati da numerosi precedenti penali, sono stati scoperti dai carabinieri di Corchiano

I Carabinieri del Comando Stazione di Corchiano hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Viterbo due trentenni e una settantenne, tutti di origine calabrese, gravati da innumerevoli precedenti penali per il reato di truffa e soprattutto commessi in danno di persone anziane.

Nello specifico, i tre, in concorso tra loro e con una serie di artifizi e raggiri compiuti anche creando annunci fittizi lanciati in rete su siti di compravendita, si sono fatti versare dalla parte offesa, un 75enne del luogo, una somma di 700 euro come caparra per l’acquisto di un trattore, il cui prezzo era stato concordato per 10.980 euro. Solo l’intervento tempestivo dei militari, a cui la parte offesa si era rivolta per avere un consiglio in merito all’acquisto, ha evitato il prosieguo della trattativa e il conseguente pagamento del saldo, avendo immediatamente capito che si trattava di una truffa.

Nello specifico, i tre, in concorso tra loro e con una serie di artifizi e raggiri compiuti anche creando annunci fittizi lanciati in rete su siti di compravendita, si sono fatti versare dalla parte offesa, un 75enne del luogo, una somma di 700 euro come caparra per l’acquisto di un trattore, il cui prezzo era stato concordato per 10.980 euro. Solo l’intervento tempestivo dei militari, a cui la parte offesa si era rivolta per avere un consiglio in merito all’acquisto, ha evitato il prosieguo della trattativa e il conseguente pagamento del saldo, avendo immediatamente capito che si trattava di una truffa.

L’attività investigativa a supporto della locale popolazione, in collaborazione con altri Comandi Arma tra Calabria e Lombardia, ha consentito di risalire ai tre presunti truffatori come intestatari sia dei conti corrente su cui erano stati versati i soldi della caparra, che dell’utenza telefonica da cui era partito il contatto. Pertanto sono stati deferiti tutti alla Procura di Viterbo per il reato di truffa in concorso, ai sensi degli articoli 640 e 110 C.P. commessa nel mese di febbraio 2024.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved