Michele Affidato presenta i Premi Speciali realizzati per il Festival di Sanremo

Tra questi, spiccano il Premio Sala Stampa Lucio Dalla, della Critica Mia Martini, Numeri Uno e Premio Enzo Jannacci
affidato premi sanremo

Sono stati presentati oggi, in conferenza stampa alla bottega orafa di Michele Affidato, i premi speciali che da ben 14 anni il maestro realizza per il Festival di Sanremo. Questa 74^ edizione sarà condotta per il quinto anno consecutivo da Amadeus, affiancato da diversi co-conduttori: martedì Marco Mengoni, mercoledì Giorgia, giovedì Teresa Mannino, venerdì Lorella Cuccarini, sabato Fiorello e che vedrà la partecipazione di 30 artisti con altrettanti brani tutti in gara.

Ancora una volta, Affidato ha dato forma a due prestigiosi premi del Festival

Ancora una volta, Affidato ha dato forma a due prestigiosi premi del Festival

Michele Affidato, ancora una volta si appresta a realizzare i premi Speciali per la kermesse canora più attesa dell’anno. Anche per questa edizione, il Maestro ha dato forma a due prestigiosi premi del Festival: “Premio della Critica – Mia Martini” ed il “Premio Sala Stampa – Lucio Dalla”. Il Premio della Critica, intitolato alla memoria della grandissima Mimì, viene attribuito dalla stampa specializzata alla canzone e all’interprete che riscuote un giudizio positivo di qualità da parte degli addetti ai lavori. L’opera è una scultura composta da un leone che si appoggia ad una chiave di violino, con alla base una composizione di fiori in argento. Il “Premio Sala Stampa Lucio Dalla”, dedicato invece al cantautore bolognese, raffigura una chiave di violino con una composizione di fiori, viene assegnato ad uno dei concorrenti in gara, dai giornalisti delle Radio, del Web e della TV.

La novità

Una novità per questa edizione è la realizzazione del “Premio Enzo Jannacci”, commissionato ad Affidato dall’Istituto NUOVO IMAIE. Il premio, che consiste in una scultura raffigurante il cantautore e cabarettista milanese, viene assegnato all’interpretazione che meglio racchiude le doti e l’ironia di Jannacci, tra gli artisti giovani emergenti che salgono sul palco dell’Ariston in gara insieme ai Big. Come ogni anno, non potevano poi mancare il “Premio Numeri Uno – Città di Sanremo” ed i premi “Dietro le Quinte”. Questi ultimi vengono assegnati ad artisti e personaggi che hanno contribuito a far conoscere il Festival di Sanremo nel mondo.

L’evento, ideato da Ilio Masprone, sarà condotto da Luana Ravegnini e Marino Bartoletti. La giuria composta dal presidente Roberto Alessi di “Novella 2000”, da Marinella Venegoni de “La Stampa”, da Dario Salvatori di “Rai Uno” e da Mario Luzzatto Fegiz del “Corriere della Sera”, hanno decretato le nomination di questa edizione assegnando a Fiorello il Premio “Numeri Uno – Città di Sanremo”, a Marta Donà, Annalisa, Giorgiana Cristalli e Daria Gaberscik il Premio Dietro le Quinte, ai Negramaro il Premio della Critica del Gran Galà della Stampa e ai Ricchi e Poveri il Premio alla Carriera.

Di particolare rilevanza, poi, i premi: Casa Sanremo, Eccellenze Italiane ed il “Soundies Awards di Casa Sanremo”, ideati da Vincenzo Russolillo. Il “Soundies Awards” è dedicato ai videoclip delle canzoni in gara al Festival della Canzone Italiana destinato alle case discografiche. Altri premi realizzati dal maestro orafo sono i “Premi AFI”, rappresentati da una scultura, conferiti dall’Associazione Fonografici Italiani a cantanti, artisti, giornalisti, personaggi dello spettacolo e del settore fonografico i cui nomi saranno resi noti nei prossimi giorni.

L’impegno di Michele Affidato nel sociale

Da anni Michele Affidato vive il Festival non solo sotto un profilo artistico ma anche nell’ambito del sociale. Quale Ambasciatore Nazionale UNICEF Italia, insieme a Casa Sanremo, anche quest’anno promuoverà il convegno UNICEF. Incontro che si soffermerà sul conflitto israelo-palestinese e su quello che si sta ancora consumando in Ucraina. Continua ad andare avanti, inoltre, il forte legame che lega l’azienda “Michele Affidato orafo” con l’associazione “Musica Contro le Mafie”. Nei giorni del Festival, a Casa Sanremo si svolgerà la cerimonia di premiazione del “Music for Change”, diretto da Gennaro De Rosa, che rappresenta dal 2010 il più importante Premio musicale europeo a sfondo civile. L’opera realizzata da Antonio Affidato raffigura il logo di Musica Contro Le Mafie.

Gli altri premi

Altri premi realizzati a sfondo sociale sono Il “Women for Women against Violence – Camomilla Music Award”, ideato dalla Presidente dell’Associazione Consorzio Umanitas Aps, Donatella Gimigliano, che nasce con l’obiettivo di valorizzare gli artisti che usano la musica come strumento per favorire il cambiamento, per lanciare messaggi sociali al grande pubblico e per fare sensibilizzazione sui due grandi temi che riguardano le donne, la violenza sulle donne e il tumore al seno. La scultura raffigura due mani unite con al centro un fiore di camomilla. Ed ancora il “Premio Corecom Sanremo 2024”, voluto da Corecom Liguria, dal Consiglio Regionale Assemblea Legislativa della Liguria, dalla RAI e da AGCOM, che verrà assegnato in due differenti categorie: alla canzone con il miglior testo sulle tematiche sociali e all’impegno a favore della tutela dei minori in Italia. L’opera consiste in un bassorilievo in argento.

Infine, Affidato realizza, per il terzo anno consecutivo, il Premio per il “Sanremo Cristian Music – Festival della Canzone Cristiana”, ideato e diretto dal cantautore toscano Fabrizio Venturi, che avrà come conduttori Daniela Fazzolari, Claudio Brachino e Susanna Messaggio. La scultura che verrà assegnata ai vincitori raffigura una croce con chiave di violino. Alla conferenza stampa erano presenti il sindaco del Comune di Crotone Vincenzo Voce, l’assessore del Comune di Crotone Maria Bruni, il presidente di Confindustria Mario Spanò, il presidente di Camera di Commercio Crotone, Catanzaro e Vibo Valentia e Confcommercio Calabria Centrale Pietro Falbo, il direttore di Confcommercio Calabria Centrale Giovanni Ferrarelli, il presidente di Confcommercio Crotone Antonio Casillo, il presidente di Confartigianato Francesco Pellegrini e il presidente di FenImprese Luca Mancuso.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
Il Coruc, Comitato regionale universitario di coordinamento della Calabria, ha dato l'ok definitivo
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved