Calabria7

Migranti, scritte contro Prefetto Reggio e Salvini

La Polizia sta indagando dopo le scritte apparse sui muri esterni del complesso di palazzine, destinate ad ospitare i migranti, nei confronti del Prefetto di Reggio Calabria e di Matteo Salvini.

Le frasi, in italiano, inglese e francese, “Non dimentichiamo, no alle espulsioni Prefetto e Salvini: nelle tende andateci voi (me…)”, e “Case per tutti” mostrano un certo malessere per il provvedimento di sgombero della tendopoli di San Ferdinando.

Nella recinzione dell’area inoltre sono state affisse gigantografie dei tre migranti morti a San Ferdinando, Becki Moses, Suruwa Jaitèh e Moussa Ba,di Soumaila Sacko, sindacalista maliano ucciso nella ex cartiera di San Calogero e di Sekine Traorè, che rimase ucciso dopo avere tentato di aggredire, ferendolo, un Carabiniere che sparò per difendersi.

Redazione Calabria 7

(Foto Ansa)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Anomala moria di pesci nel Vibonese, biologo marino: “Colpa dell’inquinamento”

Maria Teresa Improta

Sospesa cerimonia anno giudiziario Reggio, magistrato accusa malore

Andrea Marino

Operazione “Amici in Comune”, 11 arresti nel Cosentino. Coinvolto anche un sindaco

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content