Calabria7

Minaccia titolare di un locale di Soverato e Forze dell’ordine, condannato

Passepartout regione calabria

Dieci mesi di reclusione per Gianluca Ierardi, 30 anni, nato a Catanzaro e residente a Petilia Policastro.  E’ questa la sentenza emessa dal giudice del Tribunale monocratico Cristina Flasca per l’imputato, accusato di violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale, difeso dall’avvocato Antonello Talerico. Una condanna nettamente inferiore rispetto ai due anni chiesti in aula dal pubblico ministero. Secondo le ipotesi di accusa, Ierardi con violenza e minaccia, avrebbe proferito nei confronti del titolare di un esercizio commerciale di Soverato che gli chiedeva il pagamento del prezzo di una birra: “non ho paura di nulla, ho quattro anni di galera da scontare… sei un morto di fame perché non mi hai dato la birra.. ti metto fuoco al locale e ti faccio una rapina”. Minacce continue che il titolare avrebbe tollerato solo per paura di essere aggredito e di fronte alle quali sarebbe stato costretto a regalargli la bevanda richiesta. Avrebbe, poi,  usato violenza e minaccia  nei confronti delle Forze dell’ordine, intervenute  sul posto.  Ierardi si sarebbe opposto ai carabinieri, mentre stavano procedendo alla sua identificazione e all’arresto, insultandoli con espressioni accese, affermando tra le altre cose: “anche se siete in divisa vi prendo a pugni lo stesso, sono stato in galera”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Mauro: “Con Oliverio oltre 100 sindaci e amministratori”

Mirko

Armi, munizioni e droga scoperti nel reggino

Giovanni Caglioti

Gipsy Village, 13 misure cautelari per i cavalli di ritorno – VIDEO

Francesco Cangemi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content