Calabria7

Minacciò il presidente del Coa di Catanzaro, a processo per atti persecutori

talerico

Va a processo Gennaro Pisano, 42 anni, di Corigliano Calabro, accusato di atti persecutori nei confronti del presidente dell’Ordine degli avvocati di Catanzaro Antonello Talerico. Il sostituto procuratore della Repubblica Stefania Caldarelli ha chiesto e ottenuto il giudizio immediato per il 40enne, destinatario  lo scorso 12 ottobre di una misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Catanzaro, poi affievolita col divieto di avvicinamento alla persona offesa (LEGGI). I fatti risalgono al 30 settembre scorso, quando Talerico viene minacciato, secondo le ipotesi di accusa, provocandogli “ il fondato timore per la sua incolumità e per quella della sua famiglia”.

“E’ arrivata la fine dell’avvocato Talerico”

L’uomo avrebbe citofonato ripetutamente allo studio legale della parte offesa, proferendo al suo indirizzo parole pesanti: “sono qui per farla finita, poiché non vedo mia figlia, è arrivata la fine dell’avvocato Talerico, lo sto aspettando sotto lo studio”. I carabinieri, chiamati dallo stesso legale in seguito alle minacce ricevute, legate ad una querelle che l’uomo ha in corso con la ex moglie, hanno perquisito l’auto di Pisano, trovando un bastone in legno, sottoposto a sequestro. Secondo la prospettazione accusatoria, già in altre circostanze, l’uomo avrebbe formulato minacce all’avvocato ,non solo direttamente ma anche più o meno velatamente, pubblicando dei post sui social network. L’udienza dibattimentale è fissata per il prossimo 18 gennaio (sempre che nei termini di legge l’imputato non opti per il rito abbreviato) e spetterà all’avvocato difensore Mary Aiello tentare di smontare le ipotesi di accusa (g.p.).

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content