Calabria7

Ministro Bellanova ospite di Italia Viva Calabria, la soddisfazione di Caterina Sirianni

“Ieri, tramite video call, chiacchierata interessantissima, con l’immensa Teresa Bellanova Ministra per le Politiche Agricole e Forestali, dell’attuale governo”. Lo afferma, in una nota, la Coordinatrice provinciale di Italia Viva Catanzaro, Caterina Sirianni.

“Reduce dalla vittoriosa battaglia contro il caporalato. “Quando le lacrime fanno capolino in politica”…vuol dire che dietro al ruolo istituzionale esiste una “Donna” sensibile, segnata dalla sua storia, dalla sua stessa vita, visto il suo precedente vissuto. Anche lei bracciante agricola, vittima dei poteri forti. Giornate lunghe, faticose ed emotivamente impegnative, ma il risultato è stato appagante. Gli invisibili saranno meno invisibili. Lo Stato da oggi sara’ più forte del caporalato”. Un doveroso ringraziamento va a Stefania Covello, la quale con cadenza settimanale, organizza questi proficui incontri istituzionali e aggregativi alleggerendo l’inevitabile distanziamento sociale. Incontri che vedono coinvolti, le cinque province Calabresi, alla presenza di ogni singolo coordinatore provinciale e di dirigenti di Italia Viva. Coinvolgendo imprenditori locali, sindaci e varie altre figure, impegnati nel tessuto sociale Calabrese. “Fare” politica, qualcuno mi ha insegnato fin da piccolina, non deve rimanere soltanto una bella teoria, bensì significa includere come soggetto la cosiddetta società civile, fatta di movimenti di opinione che cercano di sottrarla all’astrazione che potrebbe risultare, qualora dovesse rimanere tale, soltanto un’azione, verbale. La politica si fa globale.. ascoltando “tutti” i soggetti facenti parte di una società, e non esclusivamente chi fa politica attiva, ovvero chi opera nelle strutture deputate a determinarla. Il connubio tra le parti deve essere simultaneo…affinché possa produrre efficacia…ed ecco da dove nasce il mio apprezzamento e ringraziamento nei confronti delle iniziative a firma Stefania Covello. Da mesi viviamo una realtà “surreale” dove tutto, per via dell’emergenza sanitaria, ha subito una sorta di “lockdown”, ma lei no!!! E per chi come noi, vive il contesto del mezzogiorno, che rimane il territorio con più difficoltà è una ventata di passione ed energia. Lo era ancora prima dell’effetto “pandemico”, Pil Pro Capite a gennaio 2020 pari allo 0,3, il più basso. Bisogna impegnarsi maggiormente nel cercare di fornire, interfacciandoci per il momento solo virtualmente con i vari parlamentari impegnati nel contesto governativo, risposte. Risposte di cui, il mezzogiorno necessita nell’immediatezza. Imprese, famiglie e lavoratori stanno sopportando il peso delle ripercussioni economiche, sostenendo innumerevoli sacrifici, costretti a modificare il proprio stile di vita. Un cambiamento che ha inevitabilmente coinvolto le stesse istituzioni. Ecco perché ritengo la Politica, oggi più di ieri, è chiamata a dare risposte concrete, con le azioni, l’esempio, i risultati. Concludo dicendo…<<L’uomo è per natura un animale politico>> … ma si realizza pienamente e duraturamente solo attraverso un sforzo collettivo, un’opera corale, una lotta comune. Insomma ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno”.
Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, Notarangelo: “Politica ceda il passo a scienziati e medici”

Mirko

Passepartout, Pd: politica calabrese valuti interessi della Regione

manfredi

Soverato, strepitoso successo al Concerto Tributo a Sal Nistico

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content