Calabria7

Minorenne aggredisce genitori adottivi, loro lo difendono: lettera a Calabria 7

Scrivono alla nostra redazione i genitori del minore di origine Russa, residenti a Cassano Allo Ionio, finiti loro malgrado al centro di una notizia pubblicata il 3 ottobre scorso da tutta la stampa locale, compresi noi di Calabria 7. Il fatto di cronaca, di cui resoconto è stato prodotto dall’Arma dei Carabinieri, ha visto protagonista un 17enne, che avrebbe aggredito i suoi genitori adottivi.

Loro però, hanno inviato alla nostra redazione una mail di rettifica, chiedendone cortesemente la pubblicazione, per poter raccontare la loro versione e smentire alcuni particolari, anche fondamentali, della vicenda. (Leggi la notizia)

Di seguito i punti rettificati dai genitori del minore:

  • Il minore in questione, pur  essendo portatore di un vissuto doloroso dovuto alla sua infanzia preadottiva e pur essendo portatore di gravi difficoltà caratteriali, non ha mai assunto sostanze stupefacenti;
  • Non ha mai “ATTENTATO” alla vita dei genitori adottivi pur avendo avuto atteggiamenti di forte  aggressività verso questi;
  • Non ha mai disatteso le disposizioni di alcun tribunale;
  • Non si trova in condizioni di DETENZIONE in alcuna struttura “CARCERARIA” bensì momentaneamente accolto  in una comunità protetta per minori a rischio.

Infine l’occasione ci è gradita – scrivono – per poter urlare a tutti con tutta la nostra forza il nostro dolore per la solitudine in cui siamo stati lasciati soli  dai Servizi e dalla stessa Giustizia, a causa del loro atteggiamento eccessivamente attendistico e per non aver compreso in tempo utile la gravità della nostra situazione. Come cittadini siamo indignati per la facilità con cui si “SBATTE IL MOSTRO IN PRIMA PAGINA”, come  genitori ci sentiamo offesi e delusi, grazie per l’accoglienza”.

a.m.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

‘Coronavirus’, allarme per le truffe online: i dettagli

Matteo Brancati

Braglia: “Sembra che quest’anno il Cosenza stia antipatico a tutti”

Antonio Battaglia

Brugnano (Fsp) “denuncia”: A Catanzaro Borsellino e la Loi ce li siamo scordati

Danilo Colacino
Click to Hide Advanced Floating Content