“Mio figlio di 12 anni aggredito da un vigile urbano”, la denuncia di un genitore del Catanzarese

L'uomo descrive i fatti in una lettera indirizzata al sindaco del Comune catanzarese, chiedendo immediati provvedimenti e la sospensione del vigile
vigile urbano calabria

“Gentile Sindaco di Amato, sono il papà di un dodicenne che ieri sera è stato aggredito nella piazza del suo paese dal vigile urbano del Comune”. Inizia così la lettera che un cittadino del comune della provincia di Catanzaro ha inviato al sindaco Saverio Ruga per denunciare un fatto che, stando alle parole di questo genitore, sarebbe di una gravità assoluta.
“Una violenza inaudita – si legge ancora nella lettera – minacce irripetibili e tentativo di aggressione fisica che solo grazie agli amici di mio figlio non ha avuto conseguenze ancora più gravi”.

La richiesta di “immediati e determinati provvedimenti”

“Vede – continua il genitore – io comprendo che ciascuno possa avere una giornata storta e che può capitare che non si tenga conto del contesto, ma come può un padre accettare che venga aggredito il proprio figlio dodicenne da una persona di oltre cinquant’anni che per giunta dovrebbe garantire l’ordine pubblico e che ha in dote un’arma d’ordinanza?
Non crede, pure lei, che ieri, si è sfiorata la tragedia? Come posso rimanere tranquillo dopo ieri e dopo che una persona armata ha tentato di aggredire mio figlio, per giunta pagato per mantenere l’ordine del paese di cui lei è Sindaco?
Cosa mi dice che il soggetto in persona non possa perpetrare l’episodio nel futuro?
Ecco, gentile Sindaco, non pensa che forse dovrebbe intervenire, in qualche modo per scongiurare che il suo paese possa essere in balia di un esaltato che non ci pensa due volte ad aggredire un dodicenne in piazza?
Non pensa che, forse, non debba prendere immediati e determinati provvedimenti per sospendere il suo dipendente dal servizio con immediato ritiro dell’arma in dotazione?
Sono sconvolto e determinato a compiere tutti gli atti necessari – conclude l’uomo – affinché l’episodio di ieri sera rimanga solo un brutto ricordo e che non si abbia più a ripetere. Per fare ciò le chiedo di prendere una posizione forte e di non lesinare sforzi affinché il gesto sconsiderato di un piccolo uomo possa gettare nel fango l’onore di una intera comunità”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved