“Mobilità sanitaria: fenomeno esplosivo, portarla a dimensioni fisiologiche”

Il delegato alla sanità della Regione Calabria Franco Pacenza (in foto)  ritorna sul tema della mobilità sanitaria partendo da un dato di fatto: “il pentolone della mobilita’ sanitaria l’abbiamo scoperchiato noi dell’Amministrazione Oliverio“. E aggiunge: “la mobilità sanitaria esiste da sempre e purtroppo continuerà nel tempo. L’obiettivo è portarla a dimensioni fisiologiche, nel rispetto del cittadino che ha il diritto della libera scelta, garantendo però appropriatezza delle prestazioni con l’eliminazione degli opportunismi. Negli anni, da una parte è stato affinato il prelievo preventivo delle quote di mobilità dal Fondo sanitario nazionale e dall’altro, con la stagione dei Piani di rientro, il fenomeno è diventato esplosivo. In questo nuovo scenario – sottolinea il delegato regionale alla sanità  – la Calabria è diventata il “pentolone”. Ora il “pentolone” è stato scoperchiato e per come sancito da un verbale della Conferenza delle Regioni possiamo attivare una verifica analitica su tutti i flussi di mobilita’ dal 2014 in poi. Al dato consolidato di mobilità – rileva ancora – per la Calabria si parte da un -275 milioni di euro ai quali si aggiungono i conguagli che di fatto avvengono a cadenze triennali. E’ ancora aperto il conguaglio 2013 a valere sulle matrici’ 2012″.

“Altro che una Regione silente e con il cappello in mano, ma un Governo regionale che con un lavoro meticoloso e certosino ha costretto l’intera Conferenza delle Regioni a prendere atto delle verifiche effettuate con il conseguente abbattimento del debito sulla mobilita’ passiva dell’anno 2017 per circa 23 milioni di euro” continua Pacenza. “Questi sono i fatti. Non ci aspettavamo congratulazioni, ma non possiamo di certo accettare lo stravolgimento dei dati reali. La Calabria – rimarca infine Pacenza -, sia pure con limiti organizzativi e di risorse di cui soffre, ha attivato una verifica sui flussi di mobilità che ha giaà prodotto risultati molto significativi. Lo dimostra lo stralcio di relazione depositata alla Commissione salute delle Regioni relativa all’anno 2017 e condivisa in sede tecnica.Lo stesso lavoro va completato per il 2017 e per tutte le altre annualità  tuttora oggetto di conguaglio afferenti ad anni antecedenti a quelli dell’insediamento del Governo Oliverio”.

“Altro che una Regione silente e con il cappello in mano, ma un Governo regionale che con un lavoro meticoloso e certosino ha costretto l’intera Conferenza delle Regioni a prendere atto delle verifiche effettuate con il conseguente abbattimento del debito sulla mobilita’ passiva dell’anno 2017 per circa 23 milioni di euro” continua Pacenza. “Questi sono i fatti. Non ci aspettavamo congratulazioni, ma non possiamo di certo accettare lo stravolgimento dei dati reali. La Calabria – rimarca infine Pacenza -, sia pure con limiti organizzativi e di risorse di cui soffre, ha attivato una verifica sui flussi di mobilità che ha giaà prodotto risultati molto significativi. Lo dimostra lo stralcio di relazione depositata alla Commissione salute delle Regioni relativa all’anno 2017 e condivisa in sede tecnica.Lo stesso lavoro va completato per il 2017 e per tutte le altre annualità  tuttora oggetto di conguaglio afferenti ad anni antecedenti a quelli dell’insediamento del Governo Oliverio”.

redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved