Motoscafo si schianta sugli scogli durante battuta di pesca, due morti e due feriti

I due feriti sono ricoverati in ospedale, policontusi, con gravi ferite e in stato di choc
Naufragio al largo di Lampedusa

Sono state identificate le due vittime dello schianto di un motoscafo contro gli scogli dell’Isola delle bisce, nell’arcipelago di La Maddalena. Nell’incidente sono rimaste ferite altre due persone. Le vittime sono Tommy Di Chello, 38 anni titolare di un’impresa di giardinaggio a Golfo Aranci, e Giacomo Botte di Napoli. I due feriti sono ricoverati all’ospedale di La Maddalena, policontusi, con gravi ferite e in stato di choc.

La ricostruzione

La ricostruzione

Secondo una prima ricostruzione dell’incidente fatta dalla Guardia costiera, i quattro si trovavano su un motoscafo Fisherman e stavano rientrando su Golfo Aranci o Porto Cervo dopo una battuta di pesca. Procedevano da nord verso sud e dopo avere superato l’isola di Caprera si sono schiantati contro uno scoglio in prossimità dell’Isola delle bisce. L’impatto è stato violentissimo, i quattro sono stati sbalzati in mare. Le due vittime sarebbero morte sul colpo.

Due pescatori sportivi, tra cui un militare della Guardia di finanza del Reparto operativo aeronavale della Sezione di La Maddalena, libero dal servizio, si trovavano a bordo di un gommone lì vicino, hanno sentito lo schianto, hanno dato l’allarme alla Capitaneria di porto e hanno prestato i primi soccorsi. Si sono trovati davanti il motoscafafo ribaltato, con una persona sopra la barca e tre in acqua. Li hanno portati a bordo e poi con l’arrivo sul posto delle motovedette della Guardia costiera, hanno trasportato i quattro al porto di La Maddalena, e da lì in ambulanza all’ospedale “Paolo Merlo”. Su Di Chello e Botte sono stati inutili i tentativi di rianimazione e all’ospedale ne è stata constata la morte. La Procura ha sequestrato il motoscafo, che è stato recuperato, e ha aperto un’inchiesta sull’incidente.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le attrazioni sono già confermate fino all'anno prossimo. Si parte con Davide Enia e Toni Servillo e la chiusura sarà affidata a Roberto Saviano
Nuova iniziativa della Regione è volta a potenziare il servizio di incrocio domanda-offerta presso i Centri per l’impiego, con il coinvolgimento delle associazioni datoriali
“Nessuna disposizione per questi lavoratori che prestano servizio con un contratto di 18 ore e per 18 mesi nei comparti Giustizia, Mim, Mic”
Il sindaco di Cosenza: “Rivedere posizioni antiche che hanno arrecato gravi danni alle nostre realtà, anche sull’affidamento dei lavori alle imprese”
Il presidente della Repubblica ha telefonato al ministro Piantedosi: “Assicurare sicurezza tutelando, al contempo, la libertà di manifestare"
Nemmeno i soccorritori hanno potuto fare nulla per aiutare. Un uomo di 40 anni e un altro di 55 sono rimasti intossicati dal fumo
Non è la prima minaccia a don Felice Palamara. La celebrazione è stata interrotta e il fatto è stato denunciato ai carabinieri
Il racconto da brividi dell’assassinio “motivato”, secondo il killer, da una lite scaturita dalla scoperta di un tradimento
Gli assessori Princi e Gallo: “Gli obiettivi sono quelli di educare ad una sana alimentazione e di valorizzare i nostri prodotti"
Secondo il magistrato, la ‘ndrangheta ha assunto ingegneri informatici tedeschi per fare riciclaggio sofisticato, ma le autorità investigative faticano a tener loro testa
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved