Calabria7

Msi-Fiamma Tricolore Catanzaro plaude ad ordinanza Santelli

“La Segreteria Provinciale di Catanzaro del MSI-Fiamma Tricolore, attraverso una nota, plaude convintamente e ringrazia la Governatrice, Jole Santelli, per la coraggiosa indicazione data alla Calabria, una delle Regioni in cui il corona virus ha attaccato di meno – se non avessimo avuto le disgraziate situazioni di quelle 2/3 case di riposo dove l’incuria umana ha fatto sfociare in tragedia situazioni che erano alquanto gestibili così come avvenuto fortunatamente in tutte le analoghe strutture – e dove tergiversare oltre sarebbe stato aggiungere drammi al dramma.”.

“Una bella prova di assunzione di responsabilità cui la nostra Governatrice non si è sottratta ed a cui si sono immediatamente ribellate tutte quelle belle anime difensori, anche, dell’altrui salute ma, soprattutto, quanti gelosi della significativa dimostrazione di risolutezza opposta ai portatori sani di “frottole e promesse” che albergano ai vertici delle istituzioni nazionali senza alcuna legittimazione, se non quella datagli dai loro amici componenti del coacervo rosso-giallo (il contrario sarebbe un insulto a qualcosa che noi catanzaresi riteniamo quasi sacro) formatosi in provetta per governare il paese. L’anticipo di cose che già erano state decise per scattare tre giorni dopo ed una serie di prescrizioni che fanno tremare le vene ed i polsi si contrappongono a chi, stanco di aspettare ancora interventi di liquidità, immediata e più che robusta, unica alternativa alla riapertura se vogliamo che dopo le decine di migliaia di morti questa crisi ci “regali” milioni di cittadini ridotti alla fame, col doloroso e pesante seguito di morti dovute alla tragica catena di suicidi che sempre segue questi periodi e che già si affaccia nelle ultime ore con oltre una decina di casi, da parte anche di una miriade di sindaci – pare almeno 54 nella sola provincia di Catanzaro ma tante altre decine nel resto della Calabria – che vanno pontificando ma anche sproloquiando cercando di appigliarsi ovunque onde ritagliarsi un ruolo in questa situazione anziché occuparsi di riavviare al meglio le varie situazioni critiche che certo oggi non mancano in ogni luogo della nostra Regione.  Date risposte ai concessionari dei Lidi; ai malati che avete rinchiuso in casa impedendogli quella attività fisica che sola può arginare l’evoluzione delle sintomatologie; ai titolari di pubblici esercizi che rischiano di restare schiacciati tra tributi da pagare e divieti di utilizzare, gratuitamente in questo periodo, spazi non di necessità collettiva; agli studenti che ormai hanno alle porte l’inizio del prossimo anno scolastico con una edilizia scolastica in cui diventa veramente un miraggio il distanziamento ed altri accorgimenti necessari; e quant’altro necessita già ordinariamente ma che oggi diventa irrinunciabile ed urgente. Non fate come il premier che, oltre a districarsi perfettamente tra i congiuntivi (bella forza leggendo), non riesce ad andare oltre a fantasmagorici proclami e promesse di vagonate di soldi di cui non si vede neanche l’ombra, e che riesce solo a trasformare il “vi ordiniamo, non vi consentiamo, vi permettiamo, ecc.” in tanti “vorremmo, sarebbe nostro desiderio, cercheremo, dovremo fare in modo che” (cit. dal discorso odierno al Parlamento). In un mondo di ciechi è fortunato chi ha un occhio, e quindi “Avanti Governatrice!” trasformiamo questa tragedia in una opportunità. Diamo dimostrazione di quello che sappiamo fare”:
Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Orto bimbo, un progetto per avvicinare i più piccoli alla natura

Carmen Mirarchi

Successo per il ‘Mat Festival’ a Montauro (SERVIZIO TV)

Matteo Brancati

Alta velocità, Centro ‘Don Francesco Caporale’: “Inserire progetto nel Recovery Fund”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content