Muore divorata dalla fiamme nel Catanzarese, c’è un’indagata

Gambizzata a colpi di fucile davanti a un bar nel Vibonese, fratello condannato a 9 anni e 8 mesi

di Gabriella Passariello

Sembrava un caso chiuso, una tragedia provocata da un incidente domestico. E invece si aprono nuovi scenari sulla morte dell’anziana donna di 99 anni, Immacolata Rigillo, che ha perso la vita in seguito alle ustioni riportate a causa delle fiamme provocate da una stufa, accesa per riscaldarsi. Il sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro, Domenico Assumma, ha iscritto nel registro degli indagati Fernanda Gallo, 54enne, la badante della vittima, anche lei di Cenadi, a carico della quale si ipotizzano i reati di sequestro di persona e di morte come conseguenza di un altro delitto. L’indagata, difesa dall’avvocato Alessandro Teti, avrebbe lasciato sola la vittima in casa e al rientro l’avrebbe ritrovata riversa sul pavimento carbonizzata.  Stamattina è stato conferito l’incarico per l’esame autoptico  sul corpo dell’anziana donna al medico legale Isabella Aquila, in presenza del legale delle parti lese, l’avvocato Eugenio Felice Perrone, che rappresenta i figli della vittima. L’autopsia, prevista nel primo pomeriggio di oggi servirà a chiarire le cause di una morte, che presenta ancora tanti interrogativi. Si indaga sugli istanti precedenti e successivi al decesso di Immacolata Regillo. Secondo l’iniziale ricostruzione dei fatti, sarebbe stata una parente della vittima a chiamare i soccorsi.  Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Soverato, che hanno immediatamente avviato le indagini e i Vigili del fuoco del Comando di Catanzaro, distaccamento di Chiaravalle Centrale, che hanno messo in sicurezza la stufa e la bombola di gpl.  Sotto sequestro l’abitazione per gli accertamenti di rito.

Sembrava un caso chiuso, una tragedia provocata da un incidente domestico. E invece si aprono nuovi scenari sulla morte dell’anziana donna di 99 anni, Immacolata Rigillo, che ha perso la vita in seguito alle ustioni riportate a causa delle fiamme provocate da una stufa, accesa per riscaldarsi. Il sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro, Domenico Assumma, ha iscritto nel registro degli indagati Fernanda Gallo, 54enne, la badante della vittima, anche lei di Cenadi, a carico della quale si ipotizzano i reati di sequestro di persona e di morte come conseguenza di un altro delitto. L’indagata, difesa dall’avvocato Alessandro Teti, avrebbe lasciato sola la vittima in casa e al rientro l’avrebbe ritrovata riversa sul pavimento carbonizzata.  Stamattina è stato conferito l’incarico per l’esame autoptico  sul corpo dell’anziana donna al medico legale Isabella Aquila, in presenza del legale delle parti lese, l’avvocato Eugenio Felice Perrone, che rappresenta i figli della vittima. L’autopsia, prevista nel primo pomeriggio di oggi servirà a chiarire le cause di una morte, che presenta ancora tanti interrogativi. Si indaga sugli istanti precedenti e successivi al decesso di Immacolata Regillo. Secondo l’iniziale ricostruzione dei fatti, sarebbe stata una parente della vittima a chiamare i soccorsi.  Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Soverato, che hanno immediatamente avviato le indagini e i Vigili del fuoco del Comando di Catanzaro, distaccamento di Chiaravalle Centrale, che hanno messo in sicurezza la stufa e la bombola di gpl.  Sotto sequestro l’abitazione per gli accertamenti di rito.

Avvolta dalle fiamme generate da stufa, anziana muore nel Catanzarese (SERVIZIO TV)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si giocherà stasera il primo turno dei playoff. Gara secca e senza ulteriori appelli. Alle Aquile basta un pari per la semifinale
Migliaia di persone in piazza con l'obiettivo è di bloccare il progetto fortemente sponsorizzato dalla Lega e dal governo di centrodestra
Mamma di una bambina, racconta di essere stata licenziata nel 2022 per "riduzione del personale". Il tribunale le ha dato ragione, ma i soldi non sono ancora arrivati
I consiglieri comunali d Giuseppe Dell'Aquila e Antonio Pace chiedono al sindaco Sergio Ferrari di precisare aspetti fondamentali
Il sindaco Pellegrino: "Un atto gravissimo che colpisce un professionista e un amministratore integerrimo"
Inutili i soccorsi dell’equipe sanitaria, intervenuta con l'elisoccorso. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Il cane è stato sequestrato
"Non ha trovato la forza né il coraggio di spiegare che produrrà un divario enorme tra Nord e Sud, a livello economico, di servizi e diritti"
Presente anche una folta delegazione di abitanti di Punta Faro in Sicilia e Cannitello a Villa San Giovanni, le aree che saranno espropriate
Progetto “Squadra Mobile”. Operazione di contrasto al fenomeno dell’illecito stoccaggio e smaltimento di rifiuti
l'inviato
L’ex sito industriale sepolto dalle erbacce e a rischio igienico- sanitario. Promessi mega progetti per rilanciare l’area diventata simbolo della decadenza del territorio
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved