Calabria7

Museo subacqueo sul Tirreno cosentino, rubate otto statue dai fondali

Otto sculture ecosostenibili, realizzate dall’artista cosentino Francesco Minuti e adagiate giovedì scorso sul fondali marini, sono state rubate nelle acque antistanti l’isola di Cirella a Diamante, in provincia di Cosenza. Le opere erano state sistemate, con l’autorizzazione dell’ente Parchi Marini di Calabria, nell’ambito di un progetto artistico denominato “Il tesoro di Atlantide” ideato dallo stesso Minuti con la collaborazione di associazioni ed enti della zona e che, nelle intenzioni degli ideatori, sarebbe dovuto rimanere a disposizione dei visitatori fino al prossimo mese di ottobre.

Rubate sculture ecosostenibili

Il furto, secondo quanto si ipotizza, sarebbe stato messo in atto nella notte tra sabato e domenica. Non si comprendono, pero’, le ragioni del gesto dal momento che le realizzazioni fatte con materiale eco compatibile hanno un valore economico molto relativo. Francesco Minuti, che non ha presentato denuncia per l’accaduto, ha rivolto un appello agli autori del trafugamento affinche’ le opere vengano restituite per essere poi ricollocate sui fondali davanti all’isola di Cirella.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Reddito di cittadinanza in Calabria: autorizzate 623 assunzioni, iter bloccato in Regione

Maria Teresa Improta

Esclusiva C7: fra poco “uscita pubblica” di Jasmine Cristallo, forse “pugnalata alle spalle”

Danilo Colacino

Coronavirus, nuove norme sugli spostamenti in vigore da stanotte

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content