Naca di Cropani, storia e storie di una toccante Via Crucis (SPECIALE TV)

di Danilo Colacino – Il 51enne Cesare Rizzardi, tornato a essere il bassista della banda della cittadina natale, è forse l’emblema della Fede (con la Effe maiuscola) di Cropani, che ieri sera – anzi notte – ha celebrato uno dei suoi riti devozionali più antichi: la naca.

Una riproposizione della Via Crucis di Cristo, evento di cui lo stesso giardiniere ormai trapiantato in Lombardia ma con interessi lavorativi in Svizzera si è per così dire innamorato fin da bambino. Della processione, infatti, era in un certo senso protagonista – fin dalla metà del secolo scorso e per i successivi 40 anni – anche il papà Michele, scomparso da qualche anno, che suonava la grancassa.

Una riproposizione della Via Crucis di Cristo, evento di cui lo stesso giardiniere ormai trapiantato in Lombardia ma con interessi lavorativi in Svizzera si è per così dire innamorato fin da bambino. Della processione, infatti, era in un certo senso protagonista – fin dalla metà del secolo scorso e per i successivi 40 anni – anche il papà Michele, scomparso da qualche anno, che suonava la grancassa.

Una passione trasmessa al figlio, che ne ha preso il posto finché gli impegni di lavoro gli hanno consentito di farlo. Poi, una stasi durata oltre due lustri in cui Rizzardi ha per così dire lenito la saudade in modo struggente ovvero riproducendo con la fisarmonica le musiche della naca nel salotto di casa ogni Venerdì Santo. Una sorta di immancabile cerimonia provato, forse omaggio anche del fratello Antonio (morto in circostanze tragiche all’età di appena 36 anni proprio il Sabato di Pasqua del 2005, quello del 26 marzo).

Ma al di là di tutto a essere impresso sulla pelle del mite e semplice signor Cesare è il marchio di Cropani, da cui non riesce a staccarsi con il cuore e la mente – pur vivendo a circa 1.200 chilometri di distanza – e dove spera di tornare presto perché è sempre difficile, per non dire impossibile, dimenticare la terra natia.

Ma questa è solo una delle storie che vi abbiamo raccontato in uno Speciale realizzato per i web spettatori di calabria7.it proprio sulla Via Crucis di Cropani grazie alla preziosa collaborazione del collega Luigi Stanizzi, già redattore di lungo corso de La Gazzetta del Sud, del nostro operatore Francesco Massaro e di tutti gli intervistati fra cui il commissario Carla Fragomeni e il professore Luigi Cimino – figlio e nipote degli ex maestri di musica Giuseppe di Amedeo – storico direttore della banda Città di Cropani.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved