Calabria7

Narcotraffico e armi nel Catanzarese, 21 misure cautelari (VIDEO)

A pochi giorni di distanza è scattata una nuova operazione della Dda di Catanzaro, coordinata dal procuratore capo Nicola Gratteri, nome in codice “The Keys”, nel territorio del Soveratese. I carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro e i colleghi della Compagnia di Soverato hanno dato esecuzione ad un provvedimento vergato dal gip Alfredo Ferraro su richiesta del sostituto procuratore Debora Rizza. Si tratta di un’ordinanza di misura cautelare  nei confronti di 21 indagati, di cui 11 in carcere e 10 agli arresti domiciliari. Le accuse a vario titolo sono di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, porto e detenzione di armi clandestine, danneggiamento, con l’aggravante di aver indotto minorenni a commettere tali reati.

I collegamenti con la famiglia Gallace

L’indagine, a partire dal 2019, ha consentito di individuare una specifica organizzazione malavitosa dedita alla gestione dell’attività di spaccio di cocaina e marijuana nell’area del basso Ionio-Catanzarese, con proiezioni nella limitrofa provincia di Reggio Calabria. Le attività investigative hanno permesso di ricostruire anche i collegamenti di alcuni degli indagati con i vertici della cosca di ‘ndrangheta dei “Gallace”, attiva in provincia di Catanzaro, con proiezioni nel Lazio, in Toscana e in Lombardia, funzionali al rafforzamento della capacità operativa del sodalizio.

LEGGI ANCHE | The Keys&, pusher e corrieri della droga arrestati nel Catanzarese: 21 indagati (NOMI-VIDEO)

LEGGI ANCHE | Baby corrieri della droga nel Catanzarese, Gratteri spiega i legami con la ‘ndrangheta (VIDEO)

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Celia: “Cristallo una donna di sinistra coraggiosa, che lotta contro il qualunquismo”

manfredi

Coronavirus, nove nuovi casi a Lamezia Terme

Mirko

Rapina da 12mila euro in sala slot a Paola, arrestato 50enne

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content