Calabria7

Nasce il centro di aggregazione “Bella Piazza” a Cropani

"Bella Piazza" Cropani

Inclusione. Integrazione. Aggregazione. Per contrastare fenomeni di disagio e di esclusione. Sono obiettivi nobili e importanti quelli che potranno essere raggiunti grazie all’istituzione del Centro di aggregazione “Bella Piazza” che, nei giorni scorsi, ha ottenuto il finanziamento necessario da parte dell’ente “Fondazione del sud”. L’iniziativa, inoltre, vedrà come ente responsabile l’associazione “Ginevra” che, da anni, opera sul territorio di Cropani e nel comprensorio. Questo progetto, inoltre, è stato l’unico della provincia di Catanzaro ad ottenere il finanziamento necessario. Per la realizzazione dei contenuti saranno coinvolti 60 nuovi volontari, 300 studenti, 180 famiglie, 70 minori con disabilità e soprattutto si provvederà alla costituzione di 3 nuove associazioni.

“Lo scopo principale dell’iniziativa – spiegano i promotori del progetto che nelle prossime settimane saranno al lavoro per renderlo operativo – è quello di rafforzare il ruolo delle reti locali di volontariato per contrastare fenomeni di disagio sociale nelle aree interne del Sud Italia, ovvero nei comuni che, a causa della distanza dai servizi essenziali, come istruzione, salute e mobilità, hanno subìto un graduale processo di isolamento, riduzione demografica e calo dell’occupazione”. L’intervento è localizzato nei comuni di Cropani, Petronà e Belcastro. Entrando nel dettaglio dell’iniziativa è possibile evidenziare come, presso la sede del soggetto responsabile, sarà realizzato un Centro di aggregazione, dal nome “Bella piazza”, con l’obiettivo di contrastare i fenomeni di disagio, esclusione sociale ed isolamento territoriale.

I destinatari del progetto sono bambini tra 5-7 anni e ragazzi tra 8-15, con particolare riferimento ai ragazzi disabili. Dunque, spiegano sempre i promotori dell’iniziativa, “all’interno del centro saranno realizzate attività di contrasto alla povertà educativa (percorsi di educazione e formazione, di peer education green, riciclo) affiancate al potenziamento di servizi socio-assistenziali (servizi di trasporto per disabili, consultorio familiare, sportello di ascolto, centro di ascolto pedagogico, logopedia per i disturbi DSA)”. Ma non è finita qui. “E’ prevista anche l’attivazione di percorsi sportivi presso il campetto sportivo polifunzionale del comune di Cropani che sarà dato in comodato al soggetto responsabile”.

L’ammontare complessivo del finanziamento è di 179.580 euro.

I soggetti promotori coinvolti sono: il comune di Petronà; l’Asd Winner Boys Presila; l’associazione Amici del Tedesco; l’associazione Rangers del Mediterraneo – A.R.M., il comune di Cropani; la Confraternita di Misericordia di Belcastro; il comune di Belcastro; l’Istituto comprensivo Statale di Cropani e la Parrocchia di Cropani. “Il nostro obiettivo – aggiungono i promotori – è quello di valorizzare il significato del volontariato e dare un nuovo impulso a forme nuove di cittadinanza attiva, attraverso l’educazione al gioco e allo sport e la promozione della salute, mediante i laboratori ludici con cui contrastare e prevenire fenomeni trasversali,quali la dispersione scolastica e forme di devianza minorile, nonché l’isolamento di molte fasce della popolazione. Le idee ci sono e sono tante, ora, grazie all’ottenimento del finanziamento, sarà possibile metterle in pratica.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Picchia moglie e la minaccia con coltello alla gola, arrestato 53enne nel Catanzarese

manfredi

Clima, corteo a Catanzaro: “Ci avete rotto i polmoni”

Mirko

‘TheBlackNotes Diary’, il diario calabrese famoso in tutto il mondo

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content