Natale, ecco i rimedi “anti abbuffate”: dal trucco della mela alle tisane diuretiche

I consigli del nutrizionista Ciro Vestita per evitare i “danni” dei buffet e fare una giornata contro gli effetti dei bagordi

Il trucco più efficace per limitare i “danni” dei buffet e delle abbuffate natalizie è antico e anche molto “cinematografico”. Bastano un paio di mele mangiate prima di sedersi a tavola, come consigliava Mami a Rossella OHara in “Via col vento”. Nel nostro caso, il rimedio aiuta a limitare porzioni e tentazioni. “Si ha meno fame ed è un trucco che funziona tantissimo, come ho sperimentato con i miei pazienti negli anni”, spiega il nutrizionista e fitoterapeuta Ciro Vestita.

Mele e tisane, i consigli del nutrizionista

Mele e tisane, i consigli del nutrizionista

Un altro aiuto importante arriva dalle tisane, che ci consentono anche di idratarci, bere di più e sgonfiarci. Le più utili in questo periodo sono quelle a base di malva e karkadè. Si tratta di due malvacee, ovvero piante della stessa famiglia con proprietà analoghe. Il karkadé può essere preferibile anche per la gradevolezza del sapore. Può essere bevuto caldo ma è piacevole anche freddo, sottolinea il nutrizionista.

Funzione “anti-abbuffate”

Le sue caratteristiche, come quelle della malva, lo rendono perfetto in funzione “anti-abbuffate” perché il karkadè è ricchissimo di mucillagini. Quindi bevendone una tazza si spezza la fame, visto che le mucillagini danno un senso di sazietà. Inoltre questo infuso favorisce la diuresi con un effetto fortemente sgonfiante. Vestita sottolinea che, in questo periodo, essere troppo punitivi a tavola non è necessario e può essere anche controproducente. “Qualche esagerazione ci sta e, in questo caso, le tisane sono benefiche grazie all’effetto della riduzione di liquidi”, afferma.

La dieta “fast” da un giorno

Se poi i bagordi dei festeggiamenti pre-natalizi – con i brindisi in ufficio e tra amici – e delle tavolate del 24 e 25 si vedono subito sulla bilancia, aggiungendo uno o due chili al nostro peso abituale, a Santo Stefano possiamo provare a rimediare con una “dieta fast”, non punitiva, di una giornata a base di frutta.

“I prodotti da scegliere in questo periodo sono essenzialmente due. In primis le mele, ricchissime di fibre idrosolubili. E poi i kiwi, che hanno poche calorie, molto meno delle arance ad esempio. Possiamo mangiare anche un chilo di questi frutti il 26, senza aggiungere altri alimenti. Avremo un senso di sazietà, un’elevata diuresi per la presenza di potassio e faremo scorta di una grande quantità di vitamina C, utile a proteggere da raffreddori e malattie virali di stagione”, dice l’esperto. (Adkronos)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel concerto di Lamezia Terme i tre musicisti proporranno le composizioni di tre autori distanti nel tempo
Il ricordo del premio Nobel a 110 anni dalla nascita nelle parole del sindaco della sua città e del ministro della Salute
La pena più alta è stata invocata per Leonardo Sacco. Si tratta dell'appello bis dopo gli annullamenti con rinvio della Cassazione
scolacium
"Dietro le intimidazioni del professionista le famiglie di 'ndrangheta dei Bruno, dei Catarisano, dei Procopio e dei Tolone"
Le sue condizioni si sono rapidamente aggravate dopo le dimissioni ed è arrivato in ospedale in arresto cardiaco
Il ministro Valditara parla di decisione presa "sia per questioni didattiche sia perché spesso l'utilizzo improprio è elemento di tensione"
"Dateci la possibilità di riunirci con le nostre famiglie - dice il 41enne siriano - per aiutarci a superare questa sofferenza"
A salvare da donna è stato un vicino di casa che ha sentito le urla ed ha scavalcato il cancello riuscendo a far allontanare il cane
L'incarico al presidente del Consiglio regionale calabrese. Il suo omologo del Lazio, Antonello Aurigemma, è invece il nuovo presidente
Diversi gli episodi raccontati dai due ragazzi che descrivono il padre come una persona assente e distaccata, dai comportamenti minacciosi che degeneravano in vere e proprie aggressioni fisiche
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved