Natale sicuro, sequestrati 2 quintali e mezzo di fuochi d’artificio e 600 luminarie in un negozio nel Reggino

Denunciati due responsabili. Le luminarie mancavano dei requisiti di sicurezza per la commercializzazione, i fuochi detenuti illegalmente

I finanzieri del comando provinciale di Reggio Calabria, a seguito di un controllo ad un esercizio commerciale, hanno sequestrato quasi 2 quintali e mezzo di artifizi pirotecnici detenuti in violazione delle previste norme di pubblica sicurezza e 600 luminarie prive dei prescritti requisiti.
L’operazione è stata eseguita nell’ambito del rafforzamento del dispositivo di vigilanza in materia di sicurezza prodotti e di contrasto della fabbricazione e commercio illegale di artifici pirotecnici disposto in prossimità delle vacanze natalizie.

I dettagli del sequestro: due denunciati

In particolare, durante un controllo in materia di sicurezza prodotti ad un esercizio commerciale, i finanzieri della compagnia di Palmi hanno sequestrato circa 600 luminarie non aventi i requisiti di sicurezza previsti per la loro commercializzazione.
Nel corso dello stesso intervento, le Fiamme Gialle hanno altresì rinvenuto e sottoposto a sequestro 2 quintali e mezzo di artifizi pirotecnici detenuti illegalmente, stante l’assenza della prevista autorizzazione ed il deposito del materiale esplodente in locali non conformi.
I due responsabili, allo stato e fatte salve successive valutazioni in merito all’effettivo e definitivo accertamento della responsabilità, sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Palmi per detenzione, commercio abusivo ed omessa denuncia all’Autorità di materiale esplodente.
(foto di repertorio)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La protesta è lanciata da CGIL, CISL e UIL e si terrà in contemporanea nelle province di Reggio, Cosenza e Crotone
La rappresentanza femminile in Parlamento è diminuita e c'è ancora incitamento all'odio contro le donne, le ragazze Lgbtq+ e i disabili sui media
La presidente dell’Ong “Bon’t worry” sull’episodio di violenza: “Casa di cura pagata dal servizio sanitario, nessuno l’ha ancora ascoltata”
Hanno partecipato all’incontro alla Cittadella operatori del territorio e players nazionali ed internazionali del segmento
A comprarla, al termine di una trattativa riservata, è stato l'economista Gianni Profita, rettore di un’università internazionale a Roma
Per la giustizia, la paziente, "se fosse stata assistita in una struttura ‘pulita’, sarebbe stata esposta solo ai rischi legati alla sua cardiopatia"
Nella seconda metà di febbraio tempo instabile e movimentato, con rischio di fenomeni intensi anche a carattere temporalesco
Tra le attrazioni, la sfilata delle mascherine, musica, performance, il raduno dei giganti e il carro allegorico
La droga era nascosta in uno spazio ad uso comune dei detenuti e presso una camera detentiva dell’Istituto
Arrivano le triennali in “Scienze e tecnologie per le attività motorie e sportive”, “Ingegneria biomedica” e la magistrale in “Lingue, traduzione e comunicazione internazionale”
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved