Calabria7

‘Ndrangheta, agguato mortale in pieno centro a Lamezia: sentiti i testimoni

agguato a lamezia

È un agguato in perfetto stile ‘ndranghetista quello avvenuto stasera in piazza Borelli a Lamezia Terme, in un’area non lontana dal palazzo di giustizia della città. A perdere la vita Luigi Trovato, di 52 anni, già noto alle forze dell’ordine, mentre sono rimasti feriti Luciano Trovato, di 37 anni, fratello della vittima, anch’egli noto alle forze dell’ordine, e una terza persona, Pasquale D’Angela, di 34 anni, che era in compagnia dei fratelli Trovato. A sparare almeno due persone. Sul posto sono intervenuti carabinieri e polizia, che sono al lavoro per cercare di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto, anche attraverso l’escussione di alcuni testimoni che si trovavano sul posto nel momento dell’agguato. Le persone che hanno agito, secondo quanto si é appreso, potrebbero avere indossato dei passamontagna e si sono allontanate a bordo di un’auto.

Luigi Trovato rimase coinvolto anche nell’operazione “Perseo” – che nel 2013 aveva portato in carcere 67 persone ritenute collegate, a vario titolo, alla cosca di ‘ndrangheta Giampà – e nel tentato omicidio di Saverio Cappello, accuse dalle quali in entrambi i casi fu assolto.

LEGGI ANCHE | Sparatoria in pieno centro a Lamezia, un morto e due feriti

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Camere di commercio, Mangialavori: “No ad accorpamento”

Mirko

Villette abusive nel Catanzarese, il Riesame conferma il sequestro per 30 indagati (NOMI)

Gabriella Passariello

Allerta meteo, scuole chiuse a Crotone e nel Catanzarese

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content