Calabria7

‘Ndrangheta, clan Paviglianiti: imputato torna in libertà

carabinieri

La Corte d’appello di Reggio Calabria ha scarcerato Natale David Paviglianiti, di 25 anni, imputato nel processo scaturito dall’operazione Ecosistema-Nexum condotta dalla Procura Distrettuale Antimafia contro la cosca Paviglianiti, egemone sui territori di San Lorenzo, Bagaladi e dintorni. Il giovane, che si trovava da oltre un anno agli arresti domiciliari, era stato arrestato e condannato con un complice per un tentativo di estorsione, aggravato con le modalità mafiose, perpetrato nei confronti dei fratelli Russo di San Lorenzo, noti imprenditori del luogo e proprietari di supermercati in San Lorenzo e Condofuri.

Paviglianiti, che nel processo di appello, appena qualche giorno fa, aveva riportato una notevole riduzione di pena, è tornato in libertà grazie all’istanza presentata dai suoi difensori di fiducia, gli avvocati Giuseppe Nardo e Francesco Floccari, i quali hanno evidenziato come, in ragione della personalità del giovane e della esiguità della pena ancora da scontare, fossero cessate le esigenze cautelari. La Corte d’appello ha accolto la richiesta imponendo l’obbligo di dimora nel comune di residenza.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, imbratta muro e picchia agenti: arrestato 31enne

Mirko

Operazione “Romanzo Criminale”, Alessandro Bartalotta torna in libertà

Mirko

Esce di casa e scompare, ritrovato cadavere: forse investito da auto

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content