‘Ndrangheta, colpo al clan Arena: sequestrati immobili di lusso a Catanzaro

’Ndrangheta usura vibo

All’esito di una complessa attività di analisi di intelligence, elaborata dallo Scico – Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata – e denominata “Doppio Binario”, la Guardia di Finanza di Crotone ha avviato una approfondita indagine di polizia economico-finanziaria al termine della quale ha sottoposto in

sequestro, per la successiva confisca, un patrimonio di 400.000 euro nei confronti Francesco Arena, ritenuto soggetto di spicco della potente cosca di ‘ndrangheta degli Arena di Isola Capo Rizzuto, recentemente condannato nell’ambito dell’inchiesta denominata “Jonny”. Le indagini dei finanzieri di Crotone sono state dirette e coordinate dal Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri e dal sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Domenico Guarascio.

sequestro, per la successiva confisca, un patrimonio di 400.000 euro nei confronti Francesco Arena, ritenuto soggetto di spicco della potente cosca di ‘ndrangheta degli Arena di Isola Capo Rizzuto, recentemente condannato nell’ambito dell’inchiesta denominata “Jonny”. Le indagini dei finanzieri di Crotone sono state dirette e coordinate dal Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri e dal sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Domenico Guarascio.

L’elenco dei beni sequestrati

I finanzieri di Crotone hanno agito sul target, una volta selezionato dallo Scico mediante l’analisi di una serie di parametri di rischio, che prevede l’applicazione delle misure di prevenzione a carico di soggetti ritenuti, sulla base di elementi di fatto, abitualmente dediti a traffici delittuosi, ovvero, che per la loro condotta ed il loro tenore di vita, debbano ritenersi che vivano abitualmente, anche in parte, con in proventi di attività delittuosa. Le risultanze delle indagini sono state vagliate dal Tribunale di Catanzaro – seconda sezione penale – che ha disposto il provvedimento cautelare del sequestro finalizzato alla confisca nei confronti del soggetto proposto Arena. L’esecuzione del provvedimento ha portato al sequestro di due lussuosi beni immobili ubicati in Catanzaro, due autovetture, conti correnti bancari, cassette di sicurezza, titoli, libretti di risparmio e buoni fruttiferi.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si giocherà stasera il primo turno dei playoff. Gara secca e senza ulteriori appelli. Alle Aquile basta un pari per la semifinale
Migliaia di persone in piazza con l'obiettivo è di bloccare il progetto fortemente sponsorizzato dalla Lega e dal governo di centrodestra
Mamma di una bambina, racconta di essere stata licenziata nel 2022 per "riduzione del personale". Il tribunale le ha dato ragione, ma i soldi non sono ancora arrivati
I consiglieri comunali d Giuseppe Dell'Aquila e Antonio Pace chiedono al sindaco Sergio Ferrari di precisare aspetti fondamentali
Il sindaco Pellegrino: "Un atto gravissimo che colpisce un professionista e un amministratore integerrimo"
Inutili i soccorsi dell’equipe sanitaria, intervenuta con l'elisoccorso. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Il cane è stato sequestrato
"Non ha trovato la forza né il coraggio di spiegare che produrrà un divario enorme tra Nord e Sud, a livello economico, di servizi e diritti"
Presente anche una folta delegazione di abitanti di Punta Faro in Sicilia e Cannitello a Villa San Giovanni, le aree che saranno espropriate
Progetto “Squadra Mobile”. Operazione di contrasto al fenomeno dell’illecito stoccaggio e smaltimento di rifiuti
l'inviato
L’ex sito industriale sepolto dalle erbacce e a rischio igienico- sanitario. Promessi mega progetti per rilanciare l’area diventata simbolo della decadenza del territorio
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved