Calabria7

‘Ndrangheta: ecco la mappa del crimine in Calabria (VIDEO)

di Carmen Mirarchi – Presentata la relazione sull’attività svolta dalla Dia di Catanzaro nel primo semestre del 2019.

Per le provincia di Catanzaro, Cosenza, Vino Valentia e Crotone si osserva una sorta di staffetta generazionale, una rigenerazione forzata causata dal venir meno dei capi decimati dagli arresti.
Avanzano nello scenario criminale del territorio della Presila cognomi importanti che vogliono consolidare la loro presenza. Nella città di Catanzaro continua l’operatività dei clan deiGaglianesi e degli Zingari  affiancati dalla cosca cutrese dei Grandi Aracri. Da ricordare l’operazione “Recentium” del gennaio 2019 che ha riguardato affiliati delle cosche Scalisee Mezzatesta
A Lamezia Terme di conferma l’operatività della cosca Giampa’ e dei clan Verrà – Torcasio – Gualtieri nella zona di Nicastro mentre in quella di Sambiase si rileva ancora la presenza della cosca Iannazzo – Da Ponte – Cannizzaro. Rilevante in tal senso l’operazione “Erostrato”.
Nella provincia di Vibo  Valentia continua la supremazia d la cosca Mancuso di Limbadi che si avvale di una serie di consorterie satellite operanti nella Piana di Gioia Tauro. Rilevanti le operazioni: Ossessione, Gringia e Errore fatale.

Quello che è emerso è la vocazione dei Mancuso al narcotraffico internazionale e la lotta con la locale di Piscopio che vorrebbero spodestare i Mancuso.
Nella provincia di Crotone si conferma l’egemonia della cosca Grande Aracri, al vertice della locale di Cutro. Nel capoluogo presente fermamente i clan Vrenna – Bonaventura – Corigliano affiancati dalla cosca Tornicchio e dai Megna  e Russelli a Papanice. La cosca Giglio mantiene l’egemonia a Strongoli. Nella zona di Cutro si conferma l’operatività delle famiglie  Mannolo – Trapasso – Falcone – Zofreo.. Tra le operazioni rilevanti: Amelia, Grimilde,  Camaleonte e Terry. Da queste emerge anche la penetrazione della “ndrangheta al nord.
Nella Provincia di Cosenza emerge l’operatività delle cosche Landini – Patitucci,  Perna – Cicero, Abbruzzese e Tanto ‘ Zingari. Dalle recenti operazioni emerge una forte collusione con i soggetti istituzionali.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Festival Venezia, escluso film su San Luca

Matteo Brancati

Coronavirus, dipendenti positivi Chiaravalle trasferiti in struttura Catanzaro Lido

Matteo Brancati

Provincia Catanzaro, maggioranza: “Stiamo lavorando bene”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content