Calabria7

‘Ndrangheta, il clan Presta controllava squadra di calcio: calciatori compravano droga

droga

La cosca di ‘ndrangheta Presta, colpita dall’operazione “Valle dell’Esaro”, condotta stamane dalla Squadra Mobile di Cosenza, “controllava la squadra di calcio del Roggiano Gravina, condizionandone tutte le dinamiche”.

Lo ha rivelato il vicequestore di Cosenza, dirigente della Mobile, Fabio Catalano, nel corso della conferenza stampa convocata nella Procura di Catanzaro per illustrare i dettagli dell’operazione. Secondo quanto riferito dagli investigatori in occasione dell’incontro con i giornalisti, tra l’altro, “tutti i componenti della squadra, dall’allenatore ai giocatori, acquistavano sostanze stupefacenti fornite dalla cosca, e un esponente di spicco del clan, Giuseppe Presta, era uno dei giocatori”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Covid in Calabria, Occhiuto chiede a Figliuolo rinnovo contratto per i sanitari dei centri vaccinali

Maria Teresa Improta

Nesci a Expo Dubai: “La Calabria esporta bellezza”

Sergio Pelaia

Minorenne picchiato in un locale, due arresti

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content