‘Ndrangheta in Lombardia, sequestrati 96 immobili a imprenditore vicino alle cosche (NOME)

L'imprenditore 58enne sarebbe amministratore di fatto di un complesso reticolo di società intestate a prestanome
droga cetraro

I carabinieri della sezione di Polizia Giudiziaria della Procura di Milano hanno eseguito, nella giornata di ieri, un sequestro disposto dalla sezione autonoma misure di Prevenzione del Tribunale milanese nei confronti di Maurizio Ponzoni, imprenditore legnanese già condannato in via definitiva per associazione per delinquere, bancarotta fraudolenta e altri reati economici.
Messi dunque i sigilli su 96 immobili ubicati  nei comuni di Legnano, Parabiago, San Giorgio su Legnano, ma anche Busto Arsizio, Lonate Pozzolo, Castellaneta, San Giuliano Milanese, Pero, Turate, Oggiono, Cassano Magnago, di due autovetture e di altri valori mobili per un valore complessivo di oltre 9.500.000 euro

I legami con la ‘ndrangheta e il reticolo di società

I legami con la ‘ndrangheta e il reticolo di società

A Ponzoni è stato inoltre notificato l’avvio del procedimento per l’irrogazione della sorveglianza speciale per la durata di 4 anni. L’imprenditore 58enne era già stato in passato colpito da analogo provvedimento di prevenzione che aveva sancito una pericolosità sociale fondata, tra i vari illeciti commessi, anche dall’aver ricoperto un ruolo apicale in un’associazione per delinquere composta da 33 persone e dall’aver intrattenuto rapporti con soggetti condannati associazione a delinquere di stampo ‘ndranghetistico.
Dagli accertamenti è emerso che Ponzoni sarebbe amministratore di fatto di un complesso reticolo di società intestate a prestanome, utilizzate per accumulare e schermare l’ingente patrimonio immobiliare, frutto del reinvestimento dei capitali illegittimamente conseguiti. In concomitanza con i sequestri di prevenzione la Guardia di Finanza di Milano e Varese ha proceduto al sequestro di oltre 265.000 euro giacenti nei conti correnti intestati ai prestanome e alle società colpite dal provvedimento del Tribunale di Milano. 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved