‘Ndrangheta, nessuna tutela all’imprenditore e politico De Nisi: Azione interroga il ministro Piantedosi

L'interrogazione per sollecitare il riconoscimento delle misure di tutela e vigilanza a favore del neo segretario regionale del partito
Depurazione in Calabria, De Nisi: "In cinque anni speso solo il 5% dei fondi disponibili"

Il senatore di Azione, Marco Lombardo ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno in ordine alla mancata predisposizione di misure di tutela e vigilanza per l’imprenditore Francesco De Nisi, che negli ultimi anni ha denunciato richieste di estorsione da parte di presunti esponenti della ‘ndrangheta.
Nell’interrogazione, Lombardo spiega che “al momento, nonostante ripetuti solleciti, non è stato dato alcun riscontro all’istanza presentata in data 27 gennaio 2023 alla Prefettura di Vibo Valentia dall’ingegnere Francesco De Nisi per l’adozione di misure di tutela e vigilanza in suo favore, in ragione delle minacce e intimidazioni da questi ricevute e denunciate alle autorità competenti”.

Il ruolo di De Nisi nel contrasto alla criminalità organizzata

Lombardo ricorda che nell’attività politico-istituzionale svolta, De Nisi, attualmente consigliere regionale e segretario regionale di Azione, “ha assunto atti e tenuto comportamenti di esplicito contrasto all’infiltrazione delle organizzazioni criminali e ha denunciato ha denunciato casi di estorsione correlati a opere edilizie. Le denunce di estorsione hanno portato all’applicazione di numerose misure cautelari nei confronti degli indagati. De Nisi – prosegue il senatore di Azione nell’interrogazione – denuncia di essere oggi un duplice bersaglio: da una parte di minacce esplicite all’incolumità della sua persona, dall’altra parte di calunnie, che, ancorché prive di riscontro, ne compromettono la reputazione”.
Nell’interrogazione, infine, Lombardo chiede al ministro dell’Interno “se sia a conoscenza della vicenda e se non ritenga opportuno allertare le autorità competenti per una tempestiva valutazione delle circostanze denunciate, ai fini del riconoscimento delle misure di tutela e vigilanza a favore di Francesco De Nisi”. (AGI)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
A seguito delle querele sporte dagli automobilisti coinvolti, la polizia ha individuato la donna e l'ha denunciata
L’uomo, un assistente capo coordinatore del Corpo di polizia penitenziaria, lavorava nel servizio a turno ed era stato anche aggredito 4/5 anni fa
"Il governo Meloni - ha detto la sottosegretaria - imprime una forte accelerata alle attività messe in campo per sottrarre al degrado una delle zone più critiche sotto il profilo ambientale"
Il generale dovrà spiegare ai pubblici ministeri che cosa accadde quando era il rappresentante della Difesa in Russia
Lo scopo è quello di evitare la commissione di reati più gravi da parte di persone ritenute socialmente pericolose
Una riunione formale, diversi punti tracciati e soprattutto tante nuove iniziative da proporre
"Qualora dovesse paventarsi un’intenzione seria che vada in quella direzione - afferma Comito - siamo pronti ad attivarci in ogni sede"
I dati arrivano dal Codacons, che riporta le statistiche ufficiali aggiornate della piattaforma specializzata in autovelox
L'uomo, in preda alla disperazione dovuta a problemi personali, aveva deciso di togliersi la vita
Il sinistro si è verificato mercoledì scorso. A perdere la vita il dottor Maurizio Corrado Docimo, 65 anni, del posto
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved